Nel 2011, quando aveva appena 14 anni, Asa Butterfield era già il protagonista di un film di Martin Scorsese, ovvero Hugo Cabret.

In un’intervista rilasciata a Deadline in cui ha parlato della complessa ripresa dei lavori per la terza stagione di Sex Education in un contesto di emergenza sanitaria (ecco tutto quello che c’è da sapere), Asa Butterfield ha ricordato anche l’esperienza avuta col leggendario Martin Scorsese.

Circa “l’ansia da prestazione” spiega:

Quando sei un bambino, tendi a non avvertire la stessa pressione, è quando cresci che realizzi “Wow!”. Sul set di Hugo probabilmente mi ha aiutato perché non mi sono mai ritrovato a essere nervoso. Se avessi lavorato adesso con Martin Scorsese, me la sarei fatta addosso prima di andare sul set, mentre all’epoca avevo quella nonchalance fanciullesca.

Sull’importanza che l’esperienza con Martin Scorse ha avuto nella sua carriera aggiunge:

È stata molto importante. Lo è stata perché ho avuto una parte così importante in un film molto innovativo per certi versi. Per me, in quanto attore, ho imparato un’enorme lezione sull’apprezzamento stesso del cinema. Marty ama il cinema e questo è uno dei temi principali del film. Mi parlava spesso dei film che lo hanno ispirato, quelli con cui è cresciuto e che ha usato come riferimento nei suoi lavori. Mi dava dei film da vedere nel fine settimana e poi mi chiedeva cosa ne pensassi. Spesso si trattava di pellicole in bianco e nero che trovavo complicati da capire. Delle lezioni di cinema e di storia del cinema che, lì per lì, non capivo pienamente. Aver ricevuto un’educazione cinematografica da qualcuno come Martin Scorsese è un’occasione unica.

Chiaramente, l’attore ammette che rilavorerebbe volentieri con il filmmaker:

Certo che ci rilavorerei, anzi, lo spero. Non so quanti film farà, probabilmente non tantissimi. Con The Irishman mi è parso che abbia dato davvero tutto sé stesso a quel film. Lo rappresenta completamente. Ogni tanto ci vediamo, di tanto in tanto – una cosa che neanche riesco a credere di poter dire – quando sono a New York ci vediamo per una tazza di té. È una persona straordinaria con cui avere una relazione.

Cosa ne pensate delle parole di Asa Butterfield su Martin Scorsese? Ditecelo nei commenti!