Dopo gli otto film della serie originale, da La Pantera Rosa del 1963 al Figlio della Pantera Rosa del 1993 (diretti tutti da Blake Edwards a eccezione di L’infallibile ispettore Clouseau?, con Bud Yorkin dietro alla macchina da presa) e i due reboot con Steve Martin usciti nel 2006 e 2009, il franchise è pronto a tornare.

L’Hollywood Reporter segnala infatti che Jeff Fowler, regista del film di Sonic e Chris Bremner, co-sceneggiatore di Bad Boys for Life, si occuperanno del reboot prodotto dalla MGM. Per la prima volta, il film andrà a unire insieme due concetti che non si erano ancora mai effettivamente “incontrati”: l’Ispettore Clouseau e la pantera rosa divenuta icona proprio grazie ai titoli di testa animati del primo film (nella pellicola la pantera rosa era poi un gioiello d’inestimabile valore). A quanto pare in questa nuova produzione, la storia girerà intorno a un ispettore che, dopo un evento traumatico, si ritrova ad avere una pantera rosa come amico immaginario. Che non sarà in grado di parlare ma sarà estremamente utile nella risoluzione di vari casi.

La MGM stava lavorando alla cosa fin dall’inizio dell’anno per sbrogliare il bandolo di una matassa di diritti detenuti da più entità e per trovare un approccio innovativo alla storia.

Il film di Sonic diretto da Jeff Fowler è uscitto in sala prima dei vari lockdown causati dalla pandemia di nuovo coronavirus partita dalla Cina e ha incassato ben 319 milioni di dollari a fronte di un budget di circa 85.

Come ci ricorda Wikipedia:

La Pantera Rosa (The Pink Panther) è una serie cinematografica di undici film incentrati sul personaggio dell’ispettore Clouseau. Ispirati ai titoli di testa del primo film della serie venne realizzata una serie di cortometraggi animati incentrati sull’omonimo personaggio che vi era esordito, ideato nel 1963 da Isadore “Friz” Freleng; seguirono anche varie serie animate televisive e videogiochi oltre a un vasto merchandising ispirato al personaggio.

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!