Non sappiamo ancora con certezza quali saranno i contorni del mondo post-pandemia anche in riferimento all’industria dello spettacolo e del cinema, ma, nelle fila di quelli non troppo preoccupati, possiamo trovare Adam McKay, regista di Fratellastri a 40 anni, La grande scommessa e Vice.

Durante la sua partecipazione al MovieMaker podcast, Adam McKay ha spiegato che, a suo modo di vedere, non è ancora giunto il momento di far suonare a lutto le campane per il cinema in sala:

Non sono affatto preoccupato. Credo che la migliore indicazione in tal senso sia il successo ottenuto da Godzilla vs Kong che, nonostante fosse gratuito per tutti gli abbonati a HBO Max, ha comunque fatto quasi 50 milioni al box office d’esordio in piena pandemia. Ho sentito discussioni come questa innumerevoli volte. Dico sul serio, non sono preoccupato. Agli esseri umani piace raggrupparsi e ridere, spaventarsi ed emozionarsi insieme. Significa che i film non cambieranno? Ovviamente no. Cambieranno eccome. Probabilmente comincerete a vedere più cinema IMAX con le poltroncine vibranti e un’esperienza sensoriale sempre più completa. Ma non sono minimamente preoccupato, i film non se ne andranno da nessuna parte.

Qualche giorno fa Adam McKay ha ammesso di essere ancora interessato a un film cinecomic su Silver Surfer, ma di non averne effettivamente parlato con i Marvel Studios:

Silver Surfer era complicato. C’era qualcosa a riguardo, e lo dico perché l’avevamo effettivamente esaminato. Credo fosse connesso al reboot dei Fantastici Quattro e al fatto che viveva un po’ sotto all’ombrello di quello. Ma c’era qualcosa che forse si era messo in mezzo perché ne avevamo parlato un paio di anni fa, ma potrei anche sbagliarmi o ricordarmi male, ma c’era qualche ragione che ha impedito la realizzazione del film, magari stavano lavorando ad altro. Ero decisamente preso perché per me sarebbe stato facile […] Pensiamo alla storia di Galactus, alle origini di Silver Surfer, a come si è sacrificato per il suo pianeta natale. Norrin Radd: si chiama così, no? Non ho pensato a questo nome da diverso tempo. Sarebbe un film molto facile da fare con un’allegoria ambientale. Potrebbe essere un film incredibile e avrebbe il potenziale per diventare il film Marvel visivamente più impressionante di sempre. Non ho perso interesse nel progetto. Anzi, adesso che ne stiamo parlando, mi è venuta voglia di fare una telefonata per capire cosa sta succedendo.

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!