Ben Affleck, in una chiacchierata fatta con Entertainment Weekly e Matt Damon per la promozione stampa di The Tender Bar (LEGGI LA RECENSIONE), ha potuto effettuare un viaggio nella memoria di uno dei suoi flop più famosi: Amore estremo – Tough Love (Gigli), film del 2003 diretto da Martin Brest in cui ha recitato insieme alla sua compagna di quel periodo, Jennifer Lopez, con cui è tornato a frequentarsi proprio di recente.

Ben Affleck spiega di aver voluto partecipare a quella pellicola per via della sua ammirazione verso Martin Brest, storico regista del primo Beverly Hills Cop, ma di essere perfettamente consapevole, specie a latere, che c’erano tutti gli elementi per trasformare Amore estremo nella classica “tempesta perfetta” compreso il fatto che buona parte della promozione del progetto era di fatto basata sulla sua relazione con Jennifer Lopez.

Sai, è una questione interessante perché, per me, fu una scelta davvero semplice. Amavo Prima di mezzanotte. Amavo Beverly Hills Cop. Amavo Scent of a Woman – profumo di donna. Martin è un filmmaker incredibilmente abile. Senza ombra di dubbio era una persona con cui volevo lavorare. C’erano degli elementi bellissimi in ballo. Altri per cui le mie figlie avrebbero avuto da ridire definendole disgustose. La maniera in cui ci approcciamo a certe robe è cambiata un po’ o addirittura tantissimo in certi casi. E alcune storie, che al tempo sembravano poter funzionare, non lo fanno retrospettivamente.

Ben Affleck prosegue:

Ma sul serio, la realtà di quel film è che mi ha insegnato davvero moltissimo su quanto tutto quello che circonda un film finisca per stabilire il modo stesso in cui le persone si approcciano a esso. Per essere un film celebre per il suo status di disastroso flop, è stato effettivamente visto da molte poche persone. E, va detto, che non funziona per niente. È come una testa di cavallo appiccicata sul corpo di un cowboy. Poi c’era lo studio che al tempo, considerato che io e Jennifer avevamo da poco cominciato la nostra relazione, una cosa che faceva vendere i giornali e sembrava generare un certo entusiasmo, si era prevedibilmente aggrappato al “Vogliono una commedia romantica. Li vogliono insieme! Diamogliene di più!”. Una cosa che si è trasformata in quel celebre sketch del Saturday Night Live, Bad Idea.

Però sai, ci sono anche stati lungometraggi come Al vertice della tensione che hanno funzionato dal punto di vista commerciale anche se non avevano alcuna profondità e io non avevo fatto nulla di particolarmente interessante. Amore estremo non funzionava e facemmo cinque settimane di riprese aggiuntive che sapevamo non avrebbero funzionato. Però ho imparato di più su come si dirige un film da questo progetto che da altri, perché Martin è un filmmaker davvero abile. E poi non è stato peggio di… ho avuto film decisamente più terribili in quanto a soldi persi, almeno cinque a tenerci stretti. Cinque film che hanno perso più quattrini di Amore estremo.

È che questo è diventato una storia a sé. Il nome buffo, la relazione con Jennifer e la sovraesposizione mediatica della cosa. È stata la tempesta perfetta.

Qua sotto trovate il trailer originale del film:

 

 

Cosa ne pensate delle riflessioni fatte da Ben Affleck? Se siete iscritti a BadTaste+ potete dircelo nello spazio dei commenti qua sotto!