In occasione di una recente intervista per la copertina di agosto di GQ, Brad Pitt ha parlato della sua carriera. Stando all’attore, che di recente abbiamo visto in The Lost City, questa si tratta di una fase critica:

Mi considero nell’ultima fase [della mia carriera], all’ultimo semestre o trimestre. Sono qui a chiedermi come sarà e come voglio che sia.

L’attore ha poi ammesso di essere molto riflessivo:

Qui in California si parla spesso di essere autentici, ma quello che mi fa scervellare è: cosa significa “essere autentici”? Per me si tratta di arrivare a un punto in cui devi renderti conto e accettare quelle cicatrici profonde che ti porti dietro.

Il giornale ha chiesto un parere a Quentin Tarantino, che ha paragonato l’attore a star come Paul Newman, Robert Redford e Steve McQueen:

Brad Pitt è una delle ultime stelle del cinema viventi, è proprio un uomo di altri tempi. Francamente non so come descriverlo perché sarebbe come descrivere la luce delle stelle. Me ne sono accorto girando Bastardi senza gloria. Quando Brad era nell’inquadratura non mi sembrava di guardare attraverso un obiettivo, mi sembrava di guardare un film. La sua presenza nell’inquadratura mi dava esattamente quell’impressione.

Il nuovo film con Brad Pitt, Bullet Train, arriverà al cinema il 28 luglio.

Trovate tutte le informazioni su Bullet Train nella scheda.