Se ben ricordate, nel poster di L’armata delle tenebre, la leggendaria pellicola di Sam Raimi appartenente alla saga di La casa (Evil Dead), Bruce Campbell appare incredibilmente fisicato nel poster. Poster che trovate anche nell’intestazione di questo articolo. Eppure, senza nulla togliere alla forma fisica di Groovy Bruce, al tempo l’attore-feticcio di Sam Raimi non poteva di certo vantare lo stesso livello d’ipertrofia muscolare della sua controparte piazzata sui materiali promozionali di L’armata delle tenebre.

È stato proprio Bruce Campbell a spiegare su Twitter il perché di questa peculiare scelta estetica:

Sì, c’era il produttore Dino De Laurentiis che controllava il tutto. È il poster per i mercati internazionali. Sapeva che Schwarzenegger vendeva bene oltreoceano e così mi ha voluto far sembrare come Arnold. Una cosa estremamente sciocca.

 

 

L’armata delle tenebre, la sinossi:

Ash è un impiegato di un grande magazzino, che a causa della scoperta del Libro dei Morti si trova catapultato in un altro tempo e luogo, lontano dalla sua realtà. Qui farà la conoscenza di un lord che è costretto a combattere oscure forze del male, che solo il recupero del libro dei morti e l’enunciazione di una frase occulta potrà ricacciare nell’antro infernale. Ma la pronuncia di Ash non è delle più corrette e scatenerà involontariamente l’esercito dei morti, al quale dovrà opporsi con l’aiuto dei lord in guerra tra loro e momentaneamente alleati.

Prossimamente, ritroveremo l’attore nel secondo film dedicato a Doctor Strange in quello che, come da prassi nei film di Raimi in cui non è protagonista, dovrebbe essere un cammeo.

Cosa ne pensate di questo aneddoto raccontato da Bruce Campbell relativo ai materiali promozionali dell’iconica pellicola di Sam Raimi? Come sempre, potete dire la vostra nello spazio dei commenti qua sotto.