Deadpool 2: Tim Miller voleva un film da 150 milioni di dollari di budget?

Deadpool
Deadpool
di Tim Miller
18 febbraio 2016
Siamo ancora nella Terra della Speculazione Selvaggia, ma come spesso avviene in questo settore, quando un sito attendibile pubblica una voce in merito a un determinato progetto è altamente probabile che qualcosa di vero ci sia.

Nello specifico parliamo del sequel di Deadpool e del divorzio avvenuto fra la 20Th Century Fox e Tim Miller e di quanto proposto da The Wrap.

Secondo l’outlet le divergenze creative fra Miller e Ryan Reynolds si basavano principalmente su questioni di budget. Il filmmaker voleva un capitolo 2 da 150 milioni di dollari di budget per fare un film paragonabile in termini di spettacolarità e stile agli altri comicbook movie in circolazione, mentre Reynolds e gli sceneggiatori Rhett Reese e Paul Wernick volevano riproporre la formula stilistica ed economica che ha garantito il colossale successo di Deadpool (58 milioni di dollari di budget e 782 milioni d’incasso globale).

Una persona informata dei fatti ha rivelato a The Wrap:

Sul tavolo c’erano due film completamente differenti. E uno, semplicemente, non era Deadpool.

E, alla fine, il progetto di Ryan Reynolds, Rhett Reese e Paul Wernick pare aver prevalso su quello più costoso di Tim Miller.

Classifiche consigliate

È necessario attenersi alla netiquette, alla community infatti si richiede l’automoderazione: non sono ammessi insulti, commenti off topic, flame. Si prega di segnalare i commenti che violano la netiquette, BAD si riserva di intervenire con la cancellazione o il ban definitivo.

Mostra il palinsesto