Nel giorno in cui la Disney ha acquistato la 21st Century Fox, il fumettista Mark Millar si sbilancia affermando che l’accordo sarà “positivo per la Disney, negativo per la Fox in quanto vi saranno ulteriori livelli di inquietante burocrazia che freneranno la creatività”.

Millar, sceneggiatore di fumetti Marvel inclusi Ultimates e Civil War, oltre che creatore di KickAss, Kingsman, Wanted e proprietario dell’etichetta di fumetti Millarworld, da poco di proprietà di Netflix, ritiene che l’aspetto più positivo dell’intera faccenda sarà la possibilità di rilanciare in maniera fresca e originale il franchise di X-Men e Wolverine.

Traduciamo il suo intervento:

Bene per la Disney, male per la Fox in quanto vi saranno ulteriori livelli di inquietante burocrazia che freneranno la creatività. Male anche per gli agenti dei talent, avranno uno studio in meno che proporrà loro progetti. Non vedo lati positivi in questa cosa, splendide scommesse come Deadpool non hanno possibilità alla Disney.

I film degli X-Men e di Wolverine sono andati molto bene, sei su nove funzionano molto bene. Ma ora sono stanchi e hanno bisogno di ricarica. Quest’area, con la Disney, potrebbe trarre beneficio dall’acquisizione grazie a un rilancio.

Inoltre penso di essere l’unico a non essere interessato a tutti questi crossover tra franchise. La presenza di troppi personaggi rende un film impenetrabile al pubblico generalista. La semplicità della Marvel è la sua forza.

Pensiero finale: se la Marvel avesse avuto X-Men e i Fantastici Quattro cinque anni fa avrebbe fatto Guardiani della Galassia e Ant-Man? La Disney farà solo un numero definito di film all’anno. Spero che il pubblico non perda la possibilità di vedere progetti unici ora.

Detto questo, ho amici strettissimi che lavorano in entrambe le compagnie e spero che vada tutto bene (la stessa cosa che augurai ai miei amici della Marvel quando la Disney acquistò l’azienda nel 2009).

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!