Don’t Worry Darling: la regista Olivia Wilde rompe il silenzio sul licenziamento di Shia LaBeouf

shia labeouf megalopolis chiamami col tuo nome
Don't Worry Darling
di Olivia Wilde
23 settembre 2022 al cinema

In Don’t Worry Darling, thriller psicologico diretto da Olivia Wilde, la prima scelta per il ruolo di Jack, marito di Alice Chambers (Florence Pugh), era Shia LaBeouf. L’attore però ha lasciato la produzione nel settembre 2020, poco prima dell’inizio delle riprese, venendo rimpiazzato da Harry Styles. Il motivo sembrava essere il classico “altri impegni”, ma, pochi mesi dopo, Variety aveva riportato che in verità LaBeouf era stato allontanato a causa del suo comportamento.

A ridosso dall’uscita del film, la regista, in un’intervista con Variety, ha rotto finalmente il silenzio sulla questione, confermando che la decisione è stata presa per proteggere i colleghi (in particolare la co-protagonista Florence Pugh) e non mettere in pericolo la serenità dell’ambiente di lavoro. Ecco le sue parole:

Lo dico da ammiratrice del suo lavoro. Il suo metodo non era favorevole all’etica che esigo nelle mie produzioni. Ha un metodo che, per certi versi, sembra richiedere un’energia combattiva, e personalmente non credo che ciò sia favorevole alle migliori performance. Credo che creare un ambiente sicuro e basato sulla fiducia sia il modo migliore per far sì che le persone diano il meglio di sé. In definitiva, la mia responsabilità è quella di proteggere la produzione e il cast. Questo era il mio lavoro.

Dopo l’accaduto sono emerse molte cose che mi hanno turbato, per quanto riguarda il suo comportamento. Mi ritrovo ad augurargli salute e crescita perché credo nella giustizia riparatoria. Ma per il nostro film avevamo bisogno di un’energia incredibilmente solidale. Soprattutto in un film come questo, sapevo che avrei chiesto a Florence di trovarsi in situazioni molto vulnerabili, e la mia priorità era farla sentire al sicuro e supportata.

Il film uscirà il 22 settembre nei cinema italiani.

Nel cast troviamo Florence Pugh, Harry Styles, Olivia Wilde, Gemma Chan, KiKi Layne, Chris Pine ma anche Nick Kroll, Sydney Chandler, Kate Berlant, Asif Ali, Douglas Smith, Timothy Simons e Ari’el Stachel.

La Wilde ha diretto il film da una sceneggiatura scritta dalla sua autrice di Le rivincita delle sfigate Katie Silberman, basata su una storia di Carey Van Dyke e Shane Van Dyke (Chernobyl Diaries – La mutazione) e la Silberman.

Cosa ne pensate del licenziamento di Shia LaBeouf da Don’t Worry Darling? Lasciate un commento!

FONTE: Variety

Classifiche consigliate

È necessario attenersi alla netiquette, alla community infatti si richiede l’automoderazione: non sono ammessi insulti, commenti off topic, flame. Si prega di segnalare i commenti che violano la netiquette, BAD si riserva di intervenire con la cancellazione o il ban definitivo.