In una nuova intervista rilasciata a Comicbook, Keith Thomas, già regista di The Vigil, è tornato a parlare di Fenomeni paranormali incontrollabili che verrà prodotto dalla Blumhouse, dalla Universal e dalla Weed Road Productions.

L’horror, lo ricordiamo, sarà un nuovo adattamento del romanzo di Stephen King intitolato “L’incendiaria” che, nel 1984, era già stato tradotto per il grande schermo.

Il filmmaker, circa i toni della sua pellicola e le differenze che questo nuovo Fenomeni paranormali incontrollabili avrà dal precedente, spiega:

È qualcosa su cui ho pensato a lungo, ma di certo, appena il progetto è giunto alla mia attenzione, sono stato davvero fortunato da quel punto di vista perché lo script era stato realizzato da Scott Teems, autore anche del nuovo Halloween Kills. Una sceneggiatura  molto, molto valida e ricca. In sé e per sé il materiale non è differente perché il libro su cui si basa è sempre quello. Ma l’approccio che puoi adottare è differente ed è da una differente angolatura che stiamo lavorando. Per me si tratta di spingere di più sul lato emotivo. L’essere genitori con tutte le sue implicazioni, come si crescono i figlio, specie se ha dei poteri particolari. La sceneggiatura approfondiva principalmente quell’aspetto e ho pensato che si trattasse già in sé di una base di partenza diversa da quella del primo film. Poi c’è anche da dire che il libro è ricchissimo di roba, roba che nel primo film neanche c’era, elementi che useremo […] Ci sono degli elementi molto viscerali della storia che non sono stati presi in considerazione dal film degli anni ottanta.

La Weed Road Productions di Akiva Goldsman produrrà il lungometraggio. Martha De Laurentiis, già produttrice del primo adattamento del 1984, figurerà come produttrice esecutiva.

Il progetto in passato è passato dalle mani di ben due registi, ovvero Akiva Goldsman e Fatih Akin.

Qua sotto potete leggere la sinossi dell’opera letteraria di King:

Charlie: una bimba terrorizzata e terrorizzante dotata di energie psichiche straordinarie. La “Bottega”: un’agenzia governativa decisa a sfruttare tali facoltà per i suoi folli scopi. Si scatena così una ricerca senza quartiere per braccare la piccola che tuttavia riserverà qualche sorpresa ai suoi persecutori.