Durante un’ospitata al The Tonight Show per parlare del suo impegno per l’emergenza Coronavirus, Sean Penn ha ricordato il provino disastroso per Fuori di testa, commedia del 1982 diretta da Amy Heckerling e scritta da Cameron Crowe.

Si trattò del primo grande ruolo per Penn, eppure come raccontato a Jimmy Fallon fu un miracolo ottenerlo:

Prima ancora che avessi qualche soldo in tasca, avevo una certa presunzione da attore, non perché pensassi di essere bravo, ma perché credevo che gli altri non lo fossero. La cosa mi diede un’eccessiva dose di sicurezza.

Penn ha ammesso di aver sempre odiato i provini, e di aver di conseguenza assunto sempre un atteggiamento difficile.

Feci un provino terribile, piatto” ha detto sulle audizioni per Fuori di testa. Se ne andò e una persona addetta ai casting lo rincorse chiedendogli di tornare dentro, scrollarsi di dosso quell’atteggiamento e riprovarci “facendomi seriamente il cu*o“.

Il resto è storia.

 

 

Ricordate il ruolo di Sean Penn in Fuori di testa? Ecco la sinossi:

Il Premio Oscar® Sean Penn guida un cast stellare (Jennifer Jason Leigh, Phoebe Cates, Judge Reinhold, Ray Walston) in questo divertente ritratto di un gruppo di liceali californiani e dei loro valori più importanti: sesso, droga e rock ‘n’ roll. Amy Heckerling, al debutto alla regia, porta sullo schermo la sceneggiatura dell’esordiente Cameron Crowe e la sua visione personale della vita degli adolescenti americani negli anni ’80.

Fonte