Come già due anni fa, è nuovamente Deadline a informarci che Francis Ford Coppola, classe 1939, non ha alcuna intenzione di gettare la spugna per Megalopolis, pellicola annunciata al Festival di Cannes vent’anni fa. Il film è ambientato a New York e racconta del sogno di un architetto di creare un’utopia, idea contro la quale si scaglia il sindaco. Gli attentati del 11/9/2001 costrinsero Coppola a mettere il progetto da parte: nel frattempo aveva già girato alcune scene di seconda unità.

Già nel 2019, proprio con la complicità di un articolo scritto da Deadline, scrivevamo che Francis Ford Coppola aveva una sceneggiatura che stava presentando a svariati attori (ECCO TUTTI I DETTAGLI). Adesso la storia si ripete. Il sito riporta che, nonostante un contesto di budget ancora in evoluzione, il filmmaker sembra deciso a scommettere su sé stesso assumendosi parte del rischio finanziario di una pellicola che potrebbe costare fra i 100 e i 120 milioni di dollari. Il regista sarebbe anche in fase di discussione con alcuni nomi di punta di Hollywood, compreso chi, magari, ha già avuto l’opportunità di lavorare con lui in passato per Il Padrino. Deadline fa i nomi di Oscar Isaac, Forest Whitaker, Cate Blanchett, Jon Voight, Zendaya, Michelle Pfeiffer e Jessica Lange. Fra gli osservati ci sarebbe anche James Caan che, nel Padrino, ha interpretato Sonny Corleone.

Francis Ford Coppola ha recentemente venduto una parte del suo enorme vigneto nella contea di Sonoma alla Delicato Family Wines, da cui la disponibilità di una certa liquidità da investire anche in questo progetto a suo modo leggendario.

Il regista ha spiegato a Deadline:

È diventata come una specie di guerra religiosa dal momento che non ha più nulla di logico. Credo che la notizia qua sia che io sono ancora la stessa persona che ero 20 o 40 anni fa. Sto ancora pensando di dare forma a questo film da sogno, anche se questo significa impiegare i miei soldi: se devo, posso arrivare a metterci 100 milioni. Non voglio, ma lo farò, se dovrò farlo. Voglio girarlo. Mi piacerebbe iniziare a girare nell’autunno del 2022. Il cast non è ancora stato interamente approvato, ma ho abbastanza persone da essere certo del fatto che sarà composto da un cast molto emozionante. Costerà fra i 100 e i 120 milioni di dollari anche se, non c’è bisogno di dirlo, spero di restare più in zona 100 milioni.

Curiosità: sarà proprio Oscar Isaac a interpretare Coppola nel film di Barry Levinson sulla lavorazione de Il Padrino.

Cosa ne pensate? Sarà la volta buona per Francis Ford Coppola e il suo Megalopolis?