Nathan Lane ha preso parte al LGBTQ+ Celebration of Cinema & Television al Fairmont Century Plaza di Los Angeles e, nel corso del suo discorso, ha ricordato come Robin Williams, sua co-star in Piume di struzzo, lo abbia protetto prima che svelasse di essere gay.

Nathan Lane, che aveva già svelato la cosa a sua madre quando aveva 21 anni e che fin dalla fine degli anni ’70 ha regolarmente preso parte a svariati Pride, non ha mai dovuto fare i conti col chiacchiericcio circa la sua sessualità fino all’arrivo nelle sale di Piume di struzzo.

Avrei sicuramente voluto essere più coraggioso all’epoca. Come quando Oprah Winfrey, durante il suo show, mi ha chiesto perché fossi così bravo con tutte quelle cose femminili in Piume di struzzo. Se potessi tornare indietro nel tempo, la risposta che vorrei aver dato sarebbe: “La ragione per cui sono bravo in tutte quelle cose è perché sono un attore meraviglioso, ma se mi stai chiedendo se sono gay, la risposta è ‘sì’ e ne sono orgoglioso”.

Poi nello specifico di Robin Williams, Nathan Lane aggiunge:

Avevo espresso le mie paure in anticipo al compianto, grande Robin Williams, che gentilmente mi disse, “Non preoccuparti, Nathan. Non devi parlarne se non sei pronto”. E continuò a proteggermi ogni volta che poteva, durante i momenti imbarazzanti.

L’attore elogia anche un’altra collega, Bette Midler, per i consigli che gli ha dato:

Una delle prime lezioni che ho imparato sull’essere una figura pubblica è cercare di ignorare ciò che la gente scrive su di te. Come mi ha detto una volta Bette Midler: “Non leggere quella mer*a. Puoi andare su internet in questo preciso istante e scoprire che esiste La Società per Assassinare Bette Midler. Cosa fare? Fregatene!”. Ha un modo di arrivare al cuore delle cose.

Piume di struzzo è stato campione d’incassi nel 1996: è stato diretto da Mike Nichols, era tratto dall’opera teatrale La cage aux folles di Jean Poiret e, era, di fatto, un remake del celebre film Il vizietto interpretato da Michel Serrault e Ugo Tognazzi.

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

Vi ricordiamo che trovate BadTaste anche su TikTok.

FONTE: The Hollywood Reporter

Classifiche consigliate