Dopo il successo di We Can Be Heroes, Robert Rodriguez torna al franchise per ragazzi Spy Kids siglando un accordo con Skydance Media, che ha opzionato i diritti della saga per reinventarla assieme a Spyglass Media Group e allo stesso regista.

Rodriguez ha accettato quindi di scrivere e dirigere un nuovo film, incentrato sulle vicende di una famiglia multiculturale. Spyglass, proprietaria dei diritti del franchise, si occuperà della produzione esecutiva attraverso Gary Barber e Peter Oillataguerre, mentre Skydance svilupperà e produrrà il film.

Uscito nel 2001, Spy Kids ha rappresentato una svolta nella carriera di Rodriguez, noto prima di allora soprattutto per film per un pubblico adulto come Dal tramonto all’alba. Spinto dal desiderio di fare qualcosa per i suoi figli, scrisse la storia di un gruppo di fratellini che decidono di prendere le redini dell’attività di famiglia… salvando i loro genitori, due agenti segreti, dal pericolo. Rodriguez produsse il film ad Austin (Texas) attraverso la sua Troublemaker Studios, occupandosi personalmente di sceneggiatura, regia, montaggio, musiche e altri aspetti. Nel cast, oltre ai piccoli Daryl Sabara e Alexa Vega, star del calibro di Antonio Banderas, Carla Gugino, Danny Trejo, Alan Cumming, Tony Shaloub e Teri Hatcher. La pellicola fu un grande successo (visto il budget irrisorio), incassando 112 milioni di dollari in tutto il mondo, sfondando in home video e dando il via a tre seguiti che incassarono oltre 550 milioni di dollari in tutto il mondo.

Ricordiamo che recentemente Rodriguez ha siglato un accordo con la Disney come produttore esecutivo di The Book of Boba Fett, che uscirà a Natale. Dirigerà anche il thriller Hypnotic, con protagonista Ben Affleck.

Fonte: Deadline