In un’intervista con Variety, alcuni membri del team tecnico di Top Gun: Maverick (LEGGI LA RECENSIONE) hanno raccontato come hanno catturato il suono degli aerei in volo nel film.

Il supervisore del suono Al Nelson e il montatore degli effetti sonori Ben Burtt hanno trascorso una settimana nell’Atlantico a bordo della USS Abraham Lincoln. Nelson ricorda: “L’idea era: Raccogliamo tutto il materiale grezzo possibile“. Hanno raccolto così una varietà di suoni che comprendevano decolli e atterraggi, radio e “altro materiale fantastico che si può trovare su una portaerei. I tonfi, le depurazioni e la meccanica. È stata una settimana in cui ci siamo infilati in ogni angolo possibile per registrare, registrare e registrare“.

Il production mixer Mark Wein-Garten ha invece dovuto trovare un modo per installare i microfoni negli F-18 per catturare i dialoghi in volo. “Tom [Cruise] voleva poter avviare e fermare le macchine da presa con un solo pulsante. E loro volevano poter avviare e fermare il registratore del suono con lo stesso pulsante“. Dopo un’attenta pianificazione con i vari dipartimenti della Marina, hanno sviluppato un pacchetto di microfoni che potesse essere inserito nei costumi degli attori, catturare il suono migliore e non essere individuato dalla camera.

Un passaggio cruciale del film avviene in particolare quando Maverick prende in prestito di nascosto un F-18 per mostrare ai giovani aviatori che la loro imminente missione può essere portata a termine con successo. Il montatore Eddie Hamilton racconta:

Quando si guarda la scena, gran parte del suono si basa sui suoi sforzi. I suoni del suo respiro e di quanto deve forzare il suo corpo in posizioni diverse. Si sente anche il suono del joystick del jet che viene premuto da sinistra a destra. L’abbiamo composto nel mix sonoro in modo da essere completamente connessi con Maverick come personaggio e con le forze esercitate sul suo corpo.

James Mather, supervisore del montaggio sonoro, aggiunge:

Abbiamo lavorato molto sulle frequenze, assicurandoci che ci fosse una variazione sufficiente tra gli effetti sonori delle chiamate ravvicinate: la grande gamma di basse frequenze, i suoni travolgenti quando si avvicina al bordo del canyon e l’impeto del jet quando il suono passa sopra le ali. Tutto doveva avere un impatto percussivo.

Trovate tutte le informazioni sul film nella nostra scheda.

Cosa ne pensate del suono degli aerei in volo in Top Gun: Maverick? Lasciate un commento!

FONTE: Variety

Classifiche consigliate