Che il canale Instagram di Nanni Moretti sia pieno di perle è cosa ormai nota, ma nessuno immaginava che il regista avrebbe confermato la presenza del suo nuovo film Tre Piani in concorso al Festival di Cannes proprio con un clamoroso video proprio su Instagram, a poche ore dalla conferenza ufficiale che si terrà questa mattina.

Intitolato “la sera della prima”, il video vede i protagonisti del film sistemarsi davanti allo specchio sulle note di Soldi di Mahmood, l’ultimo a prepararsi è proprio Moretti, vestito di tutto punto in smoking:

 

 

Ricordiamo che la pellicola, dopo tanti rinvii, ha finalmente una data di uscita al cinema: sarà il 23 settembre, il che lasciava sospettare una possibile partecipazione al Festival di Venezia (nonostante il forte legame di Moretti con Cannes). Oggi, invece, la conferma che sarà sulla Croisette.

Scritto da Nanni Moretti, Federica Pontremoli e Valia Santella, Tre piani è tratto dall’omonimo romanzo di Eshkol Nevo. Nel cast troviamo Margherita Buy, Riccardo Scamarcio, Alba Rohrwacher, Adriano Giannini, Elena Lietti, Alessandro Sperduti, Denise Tantucci, Nanni Moretti, Anna Bonaiuto, Paolo Graziosi, Stefano Dionisi, Tommaso Ragno.

Prodotto da Sacher Film e Fandango con Rai Cinema, e Le Pacte, Tre piani sarà distribuito in Italia da 01 Distribution. Questa la sinossi del libro:

In Israele, nei pressi di Tel Aviv, si erge una tranquilla palazzina borghese di tre piani. Il parcheggio è ordinatissimo, le piante perfettamente potate all’ingresso e il citofono appena rinnovato. Dagli appartamenti non provengono musiche ad alto volume, né voci di alterchi. La quiete regna sovrana. Eppure, dietro quelle porte blindate, la vita non è affatto dello stesso tenore. Sorto da una brillante idea narrativa: descrivere la vita di tre famiglie sulla base delle tre diverse istanze freudiane – Es, Io, Super-io – della personalità, Tre piani si inoltra nel cuore delle relazioni umane: dal bisogno di amore al tradimento; dal sospetto alla paura di lasciarsi andare. E, come nella Simmetria dei desideri, l’opera che ha consacrato sulla scena letteraria internazionale il talento di Eshkol Nevo, dona al lettore personaggi umani e profondi, sempre pronti, nonostante i colpi inferti dalla vita, a rialzarsi per riprendere a lottare.