Il finale della seconda stagione di DuckTales si apre con un’epica battaglia che coinvolge praticamente tutti i personaggi visti finora nella serie animata. Mentre il cast di Paperi (e non solo) si prepara a fermare l’invasione del popolo lunare, gli autori si divertono a inserire la consueta dose di citazioni e strizzatine d’occhio rivolte ai fan.

Analizziamo tutte le curiosità di Moonvasion! (part 1) in questo nuovo appuntamento della rubrica Behind DuckTales!

 

Ciao, io sono Robopap. Quando c’è un problema, chiamami. Qual è il tuo nome?

 

Robopap si presenta a Darkwing Duck utilizzando inconsapevolmente un verso della sigla originale della sua serie: “When there’s trouble you call DW“.

 

Seguiamo il piano. Tutti fermi finché non vi darò il via. Fermi. Feeeeermi. Oh, va bene, andate!

 

Paperone, in abiti scozzesi tradizionali, tiene fermi i suoi compagni adottando la stessa strategia di William Wallace in Braveheart. Attacca poi gli alieni saltando sulla loro testa utilizzando il bastone, la mossa del miliardario resa popolare dai videogiochi platform di DuckTales.

 

Sono il terrore che svolazza nella notte, sono l’urlo che puoi sentire nello spazio.

 

Alla sua prima apparizione nell’episodio, Darkwing Duck si presenta agli alieni invasori citando Alien: ribalta infatti la celebre tagline “Nello spazio, nessuno può sentirti urlare“.

BEHIND DUCKTALES – STAGIONE 1:

BEHIND DUCKTALES – STAGIONE 2: