Krista Vernoff, prima di essere la showrunner di Grey’s Anatomy, aveva lavorato per anni come sceneggiatrice della serie tv Streghe. Tuttavia, aveva lasciato lo show sul trio di sorelle durante la quinta stagione, per motivazioni ad oggi non completamente chiare. Nel corso di un’intervista rilasciata a The Hollywood Reporter, l’autrice ha fatto chiarezza e ha parlato dei retroscena che la portarono a lasciare lo show.

Avevo firmato perché Streghe era uno show che parlava del girl power, e circa a metà della quinta stagione c’è stato un episodio in cui Alyssa Milano usciva con dei copriseni da sirena e c’era stato un enorme picco di spettatori maschili.

Krista Vernoff ha raccontato che ogni settimana dopo quell’evento sembrava che la domanda per la produzione di Streghe fosse “come facciamo spogliare le ragazze questa settimana? E tutto quello che riuscivo a pensare era: ‘Sto creando qualcosa che ora è un male per il mondo’, e ho avuto abbastanza mali del mondo nella mia vita”.

Più tardi, Krista Vernoff ha precisato su Twitter:

Voglio chiarire qui per i fan di Streghe e anche per i miei colleghi di Streghe che amo e ammiro, che non credo che lo show sia stato un male per il mondo. Sentivo che le note sull’oggettificazione della donna facevano male al mondo e mi demoralizzavano. Tutti amano Streghe.

Fonte: THR