Su Apple TV+ è arrivata Dr. Brain, la prima serie coreana originale della piattaforma, e nel cast ci sono anche gli attori Lee You-Young e Park Hee-soon, che abbiamo avuto l’occasione di intervistare dopo il debutto dei primi episodi in streaming.

Lo show è tratto dall’omonimo webtoon, adattato dal regista Kim Jee-woon al suo debutto nel mondo delle serie televisive.
Al centro della trama c’è lo scienziato Sewon Koh (Lee Sun-kyun), un uomo che studia il cervello e fin dalla nascita ha la capacità di ricordare ogni piccolo dettaglio ma non prova emozioni. Dopo una tragedia personale Sewon userà le sue scoperte scientifiche per risolvere il mistero legato a quanto accaduto alla sua famiglia.

Lee You-young ha negli episodi il ruolo di Jaeyi, la moglie di Sewon, il cui legame con il figlio è molto profondo, mentre ha delle difficoltà ad affrontare il rapporto con il marito.
Park Hee-soon ha invece la parte dell’investigatore privato Kangmu, un ex poliziotto che si ritroverà coinvolto nell’indagine di Sewon.

I due attori hanno risposto ad alcune domande parlando così dei loro personaggi e dell’adattamento del webtoon, ecco la nostra intervista.

Nella serie scopriamo progressivamente vari lati della personalità e della vita di Jaeyi, tramite degli eventi molto emozionanti. Come hai lavorato alla creazione del personaggio?

Lee You-young: Le riprese non sono state fatte seguendo l’ordine cronologico del racconto, non ricordo esattamente quali scene abbiamo girato per prime. Per creare il mio personaggio ho quindi ho cercato di tornare all’inizio della sua relazione con Sewon, pensando a come si è innamorata di lui ed è arrivata a sposarsi con un marito che non prova emozioni. Per costruire la storia di Jaeyi ho parlato a lungo con Lee Sun-kyun, che interpreta nella serie mio marito, e con il regista Kim Jee-woo. Abbiamo collaborato per delineare la mia interpretazione e ho pensato che sarebbe stata esausta a causa del suo matrimonio con un marito che non prova alcuna emozione e inoltre ha un figlio che viene sottoposto a cure mediche e richiede molta attenzione. Questi due aspetti della sua vita hanno sicuramente un effetto su di lei, ma al tempo stesso è una madre devota che si sacrifica per il figlio e volevo assicurarmi che nella serie venisse mostrato questo aspetto della sua personalità.

La serie è tratta da un webtoon, vi siete avvicinati all’opera originale prima di girare o avete preferito basarvi solo sugli script?

Park Hee-son: Io ho studiato attentamente il webtoon.

Lee You-young: Io invece non sapevo nemmeno che la serie si basasse su un webtoon. L’ho scoperto solo alla fine delle riprese, nessuno me lo aveva detto.

Nella serie Kangmu ha un rapporto molto particolare con il protagonista, per motivi che si scoprono progressivamente nel corso degli episodi. Quale è stato l’aspetto più complicato nel rappresentare questa collaborazione tra i personaggi?

Park Hee-son: Kangmu è in una situazione a metà tra la vita e la morte e provare a delineare quella situazione è stato piuttosto complicato: quanto è reale del personaggio e quanto è invece frutto dell’immaginazione di Sewon? Era stato complicato anche decidere se mostrarlo come un personaggio più indipendente rispetto al protagonista o se rappresentarlo in modo che sostenesse maggiormente la storia di Sewon. Quando ho accettato la parte erano disponibili gli script fino al terzo episodio ed ero molto curioso per quanto riguarda la parte finale della stagione perché avrebbe avuto un grande impatto sul mio approccio al personaggio e alla mia interpretazione. Alla fine il regista ha deciso che Kangmu avrebbe avuto un ruolo importante nella struttura della serie e nell’evoluzione di Sewon. Verso la fine della stagione si noterà maggiormente questo aspetto del mio personaggio.