Alcuni fantasmi del passato ritornano: vecchie conoscenze fanno capolino nella storia e, purtroppo, insieme a loro ritornano una serie di difetti atavici della serie che portano Black Blotter, nona puntata dell’ultima stagione di Fringe, ad essere il peggior episodio di quest’anno. Ad appena quattro puntate dal termine la trama subisce un netto rallentamento, la tensione scompare e nemmeno la “parziale” risoluzione del mistero legato al destino di un personaggio serve a risollevare l’episodio.

Dopo la parentesi dedicata a Peter Observer si ritorna alla caccia al tesoro e al recupero dei componenti per la distruzione degli Osservatori. La strada passa necessariamente attraverso la decodifica del segnale emesso dalla radio recuperata in Through the Looking Glass che condurrà il gruppo al ritrovamento di Michael, questo il nome dato al bambino nascosto da Walter e Donald tempo prima e che avrà, a quanto pare, un ruolo importante nello scontro finale.

Il tema...