Fringe è scienza di confine: il confine tra tecnologia e paranormale, tra fede e immaginazione. È la scienza del possibile perché immaginabile, è la costante di un percorso che, iniziato il 9 settembre 2008 con l’ingresso in un laboratorio nei sotterranei di Harvard, ha attraversato i confini dello spazio e del tempo percorrendo lo spettro cromatico del multiverso, dal blu al rosso, dal nero al giallo, fino ad un terrificante futuro già avvenuto ma ancora da scrivere. Finisce l’avventura della Fringe Division: il viaggio di Walter, Peter e Olivia non è ancora concluso, ma è terminata quella fase delle loro vite che per cinque anni abbiamo condiviso partecipando alla loro rabbia, gioia, tristezza e profonda umanità.

Povero di rivelazioni ma ricco di emozioni, coerente fino in fondo con i propri pregi e difetti, il congedo di Fringe si muove su binari già tracciati e facilmente prevedibili. In questo doppio finale le scene si susseguono senza grossi sussulti nella trama e po...