Ted Lasso 2 recensione

La fortuna di Ted Lasso è che crede così tanto alla sua premessa da convincere anche lo spettatore più scettico. Perché, probabilmente va ricordato, questa comedy dei record e pluripremiata ha uno svolgimento del tutto assurdo, ben oltre la sospensione dell’incredulità che richiede di solito il genere. Nella seconda stagione finisce l’effetto sorpresa, ma la serie Apple TV+ rimane uguale a se stessa: Ted continua ad essere una sorta di orfana Annie con i baffi, pronto a tirar fuori il bene da qualsiasi essere umano respirante che si trova sul suo cammino, o nel suo spogliatoio. Oltre ogni altra preoccupazione quotidiana, immerso in ideali di bontà, saldi principi, sensibilità che voglio – e riescono ad essere – l’opposto assoluto del mondo di oggi.

In particolare, della comunicazione su internet. Ted Lasso (sia la serie che il personaggio) non ignora la tecnologia, ma predilige il...