WandaVision 1×06: la recensione

Il giochino di WandaVision funziona sempre in modi non del tutto chiari. Da un lato la serie si guarda dal di fuori, negli schermi della SWORD, e lo sguardo di Darcy e degli altri coincide con il nostro. È una sitcom che sa di esserlo, e lo è perché questo è forse il genere di storia seriale più rassicurante che esista, l’ideale per chi come Wanda vuole fuggire dai traumi e negarli. Dall’altro lato però esiste anche un altro livello di lettura, che funziona davvero solo per gli spettatori. Nel sesto episodio della serie questo arriva da subito, con i travestimenti dei personaggi per Halloween. Travestimenti che non sono altro che versioni ancor più casalinghe dei classici costumi dei fumetti.

Sono riferimenti che nell’universo artificioso di Westview non dovrebbero esistere, perché Wanda non dovrebbe conoscerli. Eppure sono easter egg davver...