Raccapriccianti, adrenaliniche, violente e spaventose: alcune scene dei crime show sono note per essere riuscite a tenere il pubblico col fiato sospeso ed incollato alla TV.

Che si tratti di guardare un detective inseguire un assassino, assassini dare la caccia alle loro vittime o rivelare la propria natura violenta, gli autori di crime show sono diventati maestri nell’arte di creare alcuni dei momenti più febbrili mai visti in televisione, che contribuiscono a ricordare al pubblico quanto alta sia la posta in gioco per i personaggi coinvolti.

Abbiamo selezionato per voi alcuni delle scene più intense in un crime show.

Twin Peaks – Leland/Bob uccide Maddy

Episodio: S02E07
Data messa in onda: 10 novembre 1990
La scena: Posseduto dallo spirito malvagio Bob (Frank Silva), Leland Palmer (Ray Wise) insegue la nipote Maddy (Sheryl Lee) per il soggiorno mentre lei urla e fugge terrorizzata. Il pubblico ha modo di vedere ripetute volte il volto di Leland cambiare in quello di Bob, ancora ed ancora, mentre la scena si alterna tra un inquietante realismo e surrealismo da incubo. Ringhiando come un animale, Leland/Bob prende a pugni Maddy, la sbrana e le sbatte la testa contro un quadro appeso al muro. Considerati i tempi e la brutalità della stessa, è sorprendente che questa scena abbia superato la censura della ABC.

Dexter – La cena de Ringraziamento

Episodio: S04E09
Data messa in onda: 22 novembre 2009
La scena: Uno dei criminali più folli in cui Dexter si imbatte nell’omonima serie è Arthur Mitchell, il Trinity Killer. Nel suo ruolo di insegnante di scuola superiore e diacono della chiesa che ha creato un gruppo di beneficenza cristiano, Arthur è quasi insospettabile. Dopo aver però scoperto la sua vera identità, Dexter inizia a tenerlo d’occhio e lo vede distruggere i trofei di baseball del figlio Jonah, che gli comunica di aver deciso di lasciare lo sport che pratica.
Jonah, più avanti, invita Dexter alla cena del Ringraziamento credendo che il suo nome sia Kyle Butler e lui usa questo vantaggio per conoscere meglio il padre, scoprendo che il vero Arthur è peggio di quanto avesse immaginato. L’intera cena del Ringraziamento è straziante e mostra quanto sia oscuro il lato di Arthur rappresentato dal Trinity Killer quando rompe inaspettatamente un dito a Jonah o tenta di strangolarlo prima che Dexter intervenga.

Sherlock – Moriarty minaccia di far esplodere Watson

Episodio: S01E03
Data messa in onda: 8 agosto 2010
La scena: Più di 4 minuti di scena dominati letteralmente da Andrew Scott nei panni di Moriarty, la cui azione peggiore, almeno secondo lo Sherlock di Benedict Cumberbatch, è prendersela con John Watson (Martin Freeman), costringendolo ad indossare un giubbotto esplosivo. La famosa scena della piscina segna anche la prima apparizione di Moriarty sullo schermo. Nell’episodio, Sherlock riceve varie telefonate da ostaggi che qualcuno ha obbligato ad indossare un giubbotto esplosivo, costringendolo a risolvere vari enigmi per liberarli ed avere salva la vita. Quando infine Sherlock giunge presso la piscina dove Moriarty ha ucciso la sua prima vittima, quest’ultimo gli rivela che John è il suo ultimo ostaggio. Dopo uno spettacolare scontro verbale, Moriarty se ne va e Sherlock si precipita a rimuovere il giubbotto di John. Ma proprio quando uno pensava che sia finita, Moriarty ritorna minacciando la vita di Sherlock e John. La scena ad altissima tensione, ma anche – da un certo punto di vista – ricca di humor, sottolinea il modo in cui Moriarty manipola psicologicamente le sue vittime e con quanta facilità abbia compreso quale legame ci sia tra il suo avversario e John Watson, legame che intende chiaramente usare a proprio vantaggio.

Breaking Bad – La morte di Walter White

Episodio: S05E16
Data messa in onda: 29 settembre 2013
La scena: Quando uno show televisivo è scritto in maniera magistrale come Breaking Bad, persino il fatto che il finale fosse già scritto nelle premesse della storia che racconta non costituisce uno svantaggio, ma un punto di forza, il cui finale resta forse uno dei più riusciti, se non il più riuscito, della storia della TV.
Nel finale di serie, infatti, Walter (Bryan Cranston) va a salvare il suo socio in affari Jesse (Aaron Paul) da una banda criminale criminale che lo tiene prigioniero, costringendolo a cucinare droga per loro e viene ucciso nel brutale scontro. Jesse, salvo, riesce a scappare, mentre Walter resta sul pavimento, colpito a morte, con le sirene della polizia che si sentono avvicinarsi in lontananza. Tutta la storia di Breaking Bad sembra essere stata scritta per convergere in questo epico finale, impossibile da dimenticare.

Hannibal – Hannibal uccide Abigail

Episodio: S02E13
Data messa in onda: 23 maggio 2014
La scena: Uno degli aspetti più affascinanti di Hannibal (Mads Mikkelsen) è che fin dall’inizio il pubblico è perfettamente coscienti di chi sia il cattivo della storia e resta in trepidante attesa che anche Will Graham (Hugh Dancy) lo capisca. Quando ciò accadrà, alla fine della 2^ stagione, la narrazione prende una piega a dir poco sinistra. La missione di Will diventa infatti quella di smascherare Hannibal come l’assassino che è, fingendosi suo amico. Quando Hannibal si rende conto del tradimento di Will, decide di ferirlo uccidendo Abigail (Kacey Rohl), con cui entrambi hanno un legame quasi paterno, in una strana e distorta versione di una famiglia alternativa costruita sulla base di terribili traumi. Quando Will si riunisce infatti con Abigail dopo averla creduta morta per mano di Hannibal, quest’ultimo farà in modo di punire Will nel modo più crudele, mostrando il sottile confine tra il bene ed il male, considerato come si sia preso cura della ragazza per lungo tempo e come riesca a toglierle la vita (a lei ed idealmente a Will) senza battere ciglio.

Mindhunter – Kemper abbraccia Holden

Episodio: S01E10
Data messa in onda: 13 ottobre 2017
La scena: Tensione allo stato puro, non esiste altro modo per definire questa scena di poco più di 2 minuti. Uno degli assassini con cui Holden (Jonathan Groff) parla per la sua ricerca è il famigerato Edmund Kemper (Cameron Britton), un serial killer che ha brutalmente ucciso otto persone, inclusa sua madre e che, diversamente da altri assassini intervistati, è il più aperto riguardo ai suoi crimini, il che lo porta ad instaurare uno strano legame con Holden.
Sentendosi sempre più a suo agio in sua presenza l’agente si accorgerà di quanto importante sia non abbassare mai la guardia di fronte a uomini tanto pericolosi quando si troverà inaspettatamente solo con lui. Invece di attaccarlo, però, Kemper finirà per stringerlo in un abbraccio. Rendendosi conto di quanto sarebbe stato facile per Kemper ucciderlo, Holden ha un attacco di panico e fugge. La scena evidenzia i pericoli dell’empatia e dimostra chiaramente perché i membri delle forze dell’ordine debbano stabilire dei confini tra loro e gli assassini che studiano.

Killing Eve – Villanelle irrompe in casa di Eve

Episodio: S01E05
Data messa in onda: 6 maggio 2018
La scena: La1^ stagione di Killing Eve è incentrata sulla caccia di Eve a Villanelle, un personaggio che risulta inizialmente enigmatico, soprattutto quando sembra prendere gusto in questa sorta di gioco del gatto col topo che instaura con la sua avversaria. Anche ciò che da parte di Eve era iniziata come una ricerca di giustizia si trasforma presto in un’ossessione.
Nonostante i molti incontri ravvicinati, non sembra infatti che Villanelle sia davvero intenzionata a fare del male a Eve, finché non irrompe in casa sua. L’inquietante scena dimostra quanto Eve non sia mai stata davvero al sicuro, soprattutto quando Villanelle la insegue in un bagno e rischia di annegarla nella vasca per farla tacere, mostrando al pubblico come non avrebbe scrupoli ad ucciderla se davvero si dovesse sentire obbligata a farlo.

You, la scena del tritacarne

Episodio: S02E02
Data messa in onda: 26 dicembre 2019
La scena: Dopo aver rubato l’identità di Will, Joe Goldberg (Penn Badgley) si ritrova in difficoltà a causa di alcuni debiti che ha ereditato da lui per saldare i quali deve pagare un uomo di nome Jasper. Poiché è a corto di soldi, Joe finisce per uccidere Jasper con una mannaia (nel video al minuto 6 circa) ed a liberarsi del suo corpo passandolo nel tritacarne del ristorante in cui lavora, quello stesso tritacarne con cui si prepara da mangiare agli avventori del locale. Nonostante gli omicidi perpetrati dal protagonista della serie siano innumerevoli, questo, in particolare, ha scatenato le proteste di una parte del pubblico per la sua brutalità.

Black Bird – Larry capisce che Jimmy lavora per l’FBI

Episodio: S01E06
Data messa in onda: 5 agosto 2022
La scena: Jimmy (Taron Egerton) è un criminale non violento a cui l’FBI propone un patto a cui è difficile dire di no: far confessare al serial killer Larry Hall (Paul Walter Hauser), suo compagno di carcere, l’ubicazione e l’uccisione di altre vittime in cambio della propria riabilitazione.
Man mano che i due iniziano a stringere un’amicizia, però, Jimmy trova sempre più difficile interagire con Larry, poiché deve sopportare che lui gli parli di stupri, di sottomissione delle donne e di come abbia ucciso le sue vittime. Quando Jimmy finalmente lo convincerà a confessare e a mostrargli dove ha seppellito i corpi delle sue vittime nell’episodio finale, in uno scatto di rabbia gli rivelerà anche il suo patto con l’FBI. Inizialmente, Larry scoppierà in lacrime per il tradimento subito, poi la sua natura omicida emergerà come un’espplosione, tanto da tentare di strangolare Jimmy.

Mostro: la storia di Jeffrey Dahmer Story – La quasi fuga di Konerak

Episodio: S01E02
Data messa in onda: 21 settembre 2022
La scena: Uno dei momenti più intensi e strazianti della serie arriva quando Dahmer prende di mira il quattordicenne Konerak Sinthasomphone e lo invita nel suo appartamento per scattare delle fotografie pornografiche. Dopo averlo drogato ed aver usato un trapano per perforargli il cranio, Dahmer lascia brevemente l’appartamento e Konerak si sveglia e fugge.
La cosa agghiacciante è realizzare come la scena rappresenti la realtà e come la negligenza della polizia abbia contribuito a riconsegnare Konerak nelle mani del suo assassino, nonostante le proteste dei vicini di Dahmer, che riesce a convincere gli agenti intervenuti che Konerak è il suo ragazzo, solo perché è un bianco con la faccia pulita. Un duro promemoria di come razzismo ed omofobia abbiano contribuito a fare di Dahmer un seriale killer tanto prolifico.