Esattamente un anno fa l’uscita americana di C’Era una volta a… Hollywood veniva rimandata, anzi, per la precisione anticipata, per evitare sovrapposizioni col cinquantennale del brutale omicidio di Sharon Tate.

La release americana era inizialmente prevista per il 9 agosto del 2019, a 50 anni esatti di distanza dalla morte dell’attrice, uccisa dai membri della “famiglia” di Charles Manson il 9 agosto 1969.

Debra Tate, la sorella di Sharon, aveva commentato positivamente la cosa, dopo le perplessità sul progetto esternate a marzo, quando aveva definito Tarantino “un irresponsabile” per non averla consultata in merito al progetto e all’immagine della sorella tragicamente scomparsa.

A People aveva spiegato:

Sono contenta che mi abbia contattato. Ha dimostrato di avere classe e sensibilità spostando la data di uscita. È stato rispettoso nei miei confronti ed estremamente disponibile. Ho grandi speranze per questo progetto.

In una nuova intervista concessa a Vanity Fair Debra Tate è tornata a parlare della pellicola di Quentin Tarantino raccontando anche di come un giorno il regista l’abbia invitata sul set per osservare Margot Robbie al lavoro su una scena di Sharon Tate.

In merito a questa particolare circostanza dice:

Ho pianto perché sembrava Sharon in tutto e per tutto. Il tono della voce era identico e mi ha toccata così tanto che ho cominciato a piangere. Mi sono bagnata tutta la maglia. Ho avuto la possibilità di rivedere mia sorella… quasi 50 anni dopo.

Sul film, che ha avuto modo di vedere alla premiere, spiega:

La cosa che mi ha colpita di più… non sono Leo e Brad che tutti sanno essere delle famosissime star. È stata proprio Margot il lavoro che ha fatto sulle qualità e il potenziale di Sharon riuscendo davvero a comunicarle al pubblico. Era dolce, gentile, intelligente, più leggera dell’aria. E Margot ha fatto un lavoro esemplare. Quando Quentin mi ha fatto leggere lo script, sapevo che il fulcro sarebbero stati i personaggi di Leo e Brad. Mi sarebbe piaciuto se Quentin avesse fatto la storia di Sharon Tate e avrei adorato vedere Margot interpretarla. Ma non era il film che lui aveva in mente, lo capisco e va bene così. Era la sua idea. E non mi sogno minimamente di dire a qualcuno che ha fatto un lavoro così sontuoso, pieno di rispetto verso una situazione decisamente particolare che avrebbe dovuto fare la mia versione di una storia. Anche se mi sarebbe piaciuto.

C’Era una Volta a… Hollywood, la sinossi e le note di produzione del film con Leonardo DiCaprio:

DiCaprio interpreta Rick Dalton, un attore che ha avuto successo con una serie western e vuole debuttare al cinema nella Hollywood del 1969. Pitt è la sua spalla Cliff Booth, che fa anche la controfigura e lo stuntman e ha lo stesso obiettivo di Dalton. L’orribile omicidio di Sharon Tate (vicina di casa di Rick nel film, interpretata da Margot Robbie) e di quattro suoi amici per mano dei seguaci di Charles Manson fa da sfondo alle vicende dei due.

Nel cast anche Al Pacino (l’agente del personaggio di DiCaprio) Damian Lewis (l’attore Steve McQueen), Dakota Fanning (Squeaky Fromme, membro della “famiglia” Manson che cercò di uccidere il presidente Gerald Ford), Nicholas Hammond (regista Sam Wanamaker), Emile Hirsch (l’hair stylist Jay Sebring, una delle vittime degli omicidi Tate), Luke Perry (Scott Lancer), Clifton Collins Jr. (Ernesto The Mexican Vaquero) e Keith Jefferson (il Pirata di Terra Keith), Burt Reynolds, Timothy Olyphant, Tim Roth, Kurt Russell e Michael Madsen.

La Sony/Columbia Pictures, che ha acquisito i diritti di produzione e distribuzione globali del film (trattativa dalla quale è stata esclusa The Weinstein Company, da sempre partner di Tarantino fino allo scandalo che ha coinvolto Harvey Weinstein), ha fissato l’uscita americana al 26 luglio (in Italia arriverà invece a settembre).

Con un budget di un centinaio di milioni di dollari, il film è stato girato in California approfittando di un tax credit sulla produzione di ben 18 milioni di dollari. Secondo l’accordo Tarantino avrà il final cut e una porzione degli incassi vivi.

Come produttori figureranno David Heyman (Harry Potter e Animali Fantastici), Tarantino e Shannon McIntosh, mentre Georgia Kacandes sarà produttrice esecutiva.

L’uscita nelle sale italiane è prevista per il 19 settembre.