Collider ha di recente incontrato Guillermo del Toro e gli ha chiesto un commento sul suo nuovo film, Nightmare Alley, che dirigerà quest’anno dopo una piccola pausa dopo La forma dell’acqua.

Il regista ha preannunciato che il progetto sarà molto crudo e vietato ai minori e ha poi spiegato:

È stato Ron Perlman a regalarmi il libro nel 1992 prima che vedessi il film con Tyrone Power, l’ho adorato. L’adattamento che ho fatto con [il co-sceneggiatore] Kim Morgan non copre l’intero libro, sarebbe stato impossibile perché parliamo di una saga. Ma ci sono elementi che sono molto cupi nel libro ed è la prima occasione che ho avuto. Con i miei cortometraggi volevo fare il noir oltre all’horror, questa è la mia prima occasione di girare un film sulla storia di una società davvero corrotta. Non ci sono elementi soprannaturali, ma si tratta semplicemente di una storia cupa.

Oltre a Bradley Cooper come protagonista, la pellicola vedrà affiancarsi star del calibro di Cate Blanchett, Toni Collette, Rooney Mara, Michael Shannon, Richard Jenkins, Ron Perlman, Willem Dafoe e Mark Povinelli.

Annunciato nel 2017, Nightmare Alley sarà l’adattamento di un romanzo del 1946 già tradotto in film dalla Fox (si intitolava La Fiera delle Illusioni). La storia ruota attorno a un giovane e ambizioso truffatore che si frequenta con una psichiatra ancor più corrotta di lui. Inizialmente uniscono le forze per raggirare le persone, ma improvvisamente la donna inizia a raggirare anche il suo socio.

Questa la sinossi del film originale di Nightmare Alley con Tyrone Power nel cast:

Stanton, imbonitore di fiera, raggira prima Zeena, partner di un mago che legge il pensiero, appropriandosi dei suoi trucchi, e poi si associa a una psicologa, sfruttando le confidenze dei suoi clienti per ingannarli con esperimenti pseudospiritistici. Smascherato in pubblico dalla moglie e rovinato, diventa un alcolizzato e finisce come attrazione mostruosa in un numero da baraccone in cui decapita polli vivi e ne beve il sangue.

Cosa ne pensate?

 

Consigliati dalla redazione