Patrick Wilson ha parlato con l’Hollywood Reporter non solo di Aquaman 2, ma anche del suo ritorno nel franchise horror nato dalla mente di James Wan, The Conjuring.

Le riprese sono già terminate da alcuni mesi, ma bisognerà attendere settembre 2020 per scoprire le nuove avventure “demoniache” dei coniugi Warren.

L’attore ha spiegato che il terzo film avrà un’atmosfera diversa rispetto ai precedenti:

La realizzazione [di Conjuring 3] è stata fantastica, ha un’atmosfera molto diversa. La struttura è quella, si parla sempre di Ed e Lorraine. Ma ripeto, spingeremo i nostri personaggi verso posti che non hanno mai esplorato, perciò il film sarà davvero una bella aggiunta: sarà una creatura completamente diversa. Passatemi il termine.

Come noto, la pellicola sarà ispirata al processo ad Arne Cheyenne Johnson (datato 1981), noto anche come “Demon Murder Trial” (“processo al demonio assassino”).

Come scrive Wikipedia:

Il caso è passato alle cronache per aver formulato un precedente nella storia legale americana, dove un avvocato difende il proprio cliente basandosi sulle presunte prove di una condizione di influenzamento psicologico dovuta ad una possessione demoniaca al momento del reato contestato. Johnson, prima che compiesse l’omicidio, fu visitato dagli investigatori del paranormale Edward e Lorraine Warren, su richiesta di suo fratello minore, i quali accertarono la possessione.

Cosa ne pensate? Quanto attendete il nuovo The Conjuring con Patrick Wilson? Ditecelo nei commenti!

L’ultimo film dell’intero franchise è stato Annabelle 3, spin-off partito proprio dalla bambola demoniaca presente in L’Evocazione – The Conjuring.