Online, in videoconferenza, 01 Distribution, il più importante, potente e ricco distributore italiano (che è controllato ad Rai), ha mostrato il suo listino da qui a Natale.

C’è Freaks Out, come nelle ultime 3 presentazioni del resto, ma stavolta c’è anche una data. Il film di Gabriele Mainetti (di cui qui vi raccontiamo il trailer che è stato mostrato) uscirà il 16 dicembre, è cioè diventato il film di Natale. Ma c’è anche altro e soprattutto di italiano, perché per la parte straniera non sembra ci sia di che strapparsi i capelli, mentre sui film italiani è arrivata più d’una sorpresa.

Vi riportiamo il catalogo completo, con le date d’uscita e le nostre impressioni riguardo il materiale mostrato.

Il Materiale Emotivo di Sergio Castellitto
È stato mostrato un trailer, molto preciso, che svela un film che ha un tono da melò moderno, tipico dei film di Sergio Castellitto, con rabbia, baci, amore, odio e sentimenti tempestosi con Berenice Bejo. La confezione sembra anche più sofisticata del solito e con una colonna sonora di jazz sentimentale anni ‘40 che spinge nella direzione dell’amore a Parigi, suggellato dall’immagine finale con la torre Eiffel di sfondo.

After 2 di Roger Kumble
Quando in Italia per presentare un film si precisa che il precedente è stato un successo e quando per dare la misura di questo successo si citano i soldi incassati (6mln€ al botteghino italiano), non è mai un buon segno. La clip confezionata spinge After 2 come un fenomeno generazionale da 11 milioni di libri venduti, mostra le adunate di ragazzi quando in occasione del primo film venne in Italia la scrittrice con il protagonista, e infine il trailer dà una spallata a contenuti un po’ più spudoratamente sessuali.

The Turning di Flora Sigismondi
È un nuovo adattamento del classico romanzo horror Giro di Vite il cui trailer mostrato non ha molte qualità che lo facciano spiccare, ma alla guida di tutto c’è Flora Sigismondi e questo fa drizzare le orecchie di chiunque abbia mai visto qualcuna delle sue opere.
Tra i protagonisti Finn Wolfhard, sempre più intrappolato in horror dopo Stranger Things e It.
Uscita prevista per l’11 agosto.

Miss Marx di Susanna Nicchiarelli
È abbastanza atteso. Dopo Nico, 1988, quest’altro profilo di una donna dalla vita particolare e per certi versi paradigmatica, aumenta lo status internazionale di Susanna Nicchiarelli. La clip mostrata non dice molto oltre a confermare una fattura ottima, in linea con il film precedente, e una tensione nel rapporto tra Eleanor Marx e suo padre vissuta da grande e da bambina.
Uscita prevista per il 17 settembre, si sente un odor di Venezia forte e chiaro.

Tre Piani di Nanni Moretti
Non è stato aggiunto molto a quel che già si sa, se non che il film uscirà nel 2021. Quindi è probabile niente Venezia e forse, chissà, Moretti fa la follia di aspettare un anno per andare al festival di Cannes del 2021.

Qui rido io di Mario Martone
La lavorazione dell’atteso film su Eduardo Scarpetta con Toni Servillo è stata interrotta dal lockdown e quindi c’è solo una scena che non dice moltissimo. Si vede servillo su un palco che recita davanti ad un pubblico che ride, la scena più famosa di Miseria e Nobiltà.

Il Giorno Sbagliato di Derrick Borte
Russell Crowe mal diretto recita con eccessiva enfasi la parte del matto che perseguita una donna che gli ha suonato il clacson in mezzo al traffico. È questa (realmente) la sinossi del film. Si presenta come un B movie da pochissimo che fa sfoggio della tagline “Potrebbe capitare anche a te”.
Uscita prevista per il 24 settembre

La Terra dei Figli di Claudio Cupellini
Viene dalla graphic novel di Gipi, una storia post-apocalittica in cui un ragazzo viaggia in un mondo che ha perso tutto per cercare di trovare qualcuno che gli legga cosa gli ha lasciato il padre. Un viaggio nella fine dell’umanità alla ricerca del significato delle parole.
La scena mostrata fa sfoggio del problema principale di molti prodotti fantastici italiani, cioè che il look è confuso e in certi casi fuori posto. Si vede il protagonista incontrare Valeria Golino con ampi capelli rasta grigi e vistose lenti colorate. È solo una scena ma quella scelta pare proprio stonare con tutto il resto delle scelte visive intorno a lei.

Spiral – L’eredità di Saw
Un film della serie Saw – L’Enigmista tratto da un’idea di Chris Rock, con Chris Rock nei panni del tipico stanco poliziotto americano, è una di quelle idee che si vendono da sole. Nel bene e nel male.

Notturno di Gianfranco Rosi
Una clip che non lascia capire praticamente niente (un paio di inquadrature su un punto in cui passano macchine) è un pretesto per annunciare il prossimo film di Gianfranco Rosi girato in medio oriente. Più segreti qui che nella trama di Freaks Out.

Lacci di Daniele Luchetti
Tratto da un libro di Domenico Starnone, il film di cui abbiamo visto il trailer sembra essere spinto come qualcosa a metà tra La Nostra Vita e Anni Felici con un cast preciso per l’occasione: Giovanna Mezzogiorno, Silvio Orlando, Luigi Lo Cascio, Alba Rohrwacher.
Il film era uno di quelli italiani di cui si ipotizzava una presenza a Cannes.
Uscita prevista per il 1° ottobre, si sente un flebile odor di Venezia.

Divorzio a Las Vegas di Umberto Carteni
Definito dal marketing di 01, “una commedia con un cast scoppiettante”, è in realtà una commedia che strizza l’occhio a Una Notte da Leoni (dicendolo proprio, cioè Giampaolo Morelli nel trailer cita quel film mentre si trova in una situazione simile a quelle là raccontate) che fa esordire Andrea Delogu come protagonita nei panni di una sposina ad un passo dall’altare con un matrimonio da ubriaca a Las Vegas nel suo passato da annullare, assieme a Giampaolo Morelli.
Uscita prevista 8 ottobre.

Il Cattivo Poeta di Gianluca Jodice
Dal trailer di questo film sull’ultimo periodo di Gabriele D’Annunzio, sembra di intuire che è un grande show di Sergio Castellitto (che lo interpreta). Le premesse della storia sono interessanti e anche qualche idea visiva legata alla magnificenza che il regime cercava con interni e architetture (e che si trovava spesso nelle opere della prima parte della vita di D’Annunzio) sembra accattivante. Prodotto da Ascent.
Uscita prevista per il 5 novembre.

The Land of Dreams di Nicola Abbatangelo
Un musical su un’aspirante cantante nella New York degli anni ‘20 non desta più di tanto l’attenzione. Ma se ha dei valori produttivi da musical americano di seconda fascia (che non è poco) ed è interamente a produzione italiana, con (in parti minori) Stefano Fresi, Paolo Calabresi ed Edoardo Pesce, l’attenzione sale da sé.
Dal trailer non sembra il massimo dell’originalità ma il progetto in sé è un unicum.

Viaggio in Italia di Gabriele Salvatores
Il già annunciato progetto sul lockdown realizzato nella medesima maniera in cui Salvatores creò Italy In A Day (a partire dall’americano World In A Day), cioè montando contributi girati e inviati da chiunque lo voglia.

Ritorno al crimine di Massimiliano Bruno
Grandissimo entusiasmo e posto d’onore nella presentazione del catalogo 01 per Ritorno Al Crimine. Si scomoda addirittura Lo Nigro in persona per interagire con Alessandro Gassman, Edoardo Leo, Massimiliano Bruno e Gianmarco Tognazzi in videoconferenza e parlare del film che segue il successo di Non Ci Resta Che Il Crimine (4,7 milioni di euro).
Stavolta l’ambientazione è napoletana e sembra di capire che è giocato a metà tra figure del passato nel presente e i protagonisti del primo che incontrano Pablo Escobar.
Uscita prevista per il 26 novembre

diabolik poster

Diabolik dei fratelli Manetti
È stato mostrato circa un minuto di film da cui si capisce molto poco se non che c’è una ricercata ingenuità in alcuni dettagli, come a scimmiottare il fumetto dell’epoca (il cartello che indica il luogo svaligiato è implausibile se non in un fumetto). Si vede un momento piccolo di una piccola fuga di Diabolik con la macchina iconica nelle vie di Bologna (le riprese di cui esistono foto). E poi un dettaglio della mascherina caratteristica con il taglio degli occhi di Luca Marinelli.
Uscita prevista per il 31 dicembre.