Buone notizie per il biopic di Elvis, il film di Baz Luhrmann le cui riprese stavano per iniziare quando Tom Hanks ha contratto il Coronavirus e l’intera produzione è stata fermata.

Il regista ha confermato a Variety che le riprese partiranno il 23 settembre, subito dopo che Tom Hanks avrà terminato le due settimane di quarantena obbligatoria.

È un vero privilegio in questo momento critico per tutto il mondo senza precedenti che Tom Hanks abbia potuto rimettere piede in Australia per ricongiungersi con Austin Butler, con il nostro straordinario cast e con la troupe per iniziare la produzione di Elvis” ha commentato il regista.

Nel film, il regista candidato all’Oscar Luhrmann (“Il grande Gatsby”, “Moulin Rouge!”) esplorerà la vita e la musica di Presley, attraverso la lente del suo enigmatico manager, il Colonnello Tom Parker, interpretato dal due volte premio Oscar Tom Hanks (“Forrest Gump”, “Philadelphia”). La storia approfondirà la loro complessa relazione di oltre 20 anni, dall’ascesa alla fama di Presley fino alla sua celebrità senza precedenti, sullo sfondo di un panorama culturale in evoluzione e della perdita di innocenza in America.

Luhrmann dirigerà il film da una sceneggiatura scritta da lui stesso e Craig Pearce. La produzione è sempre di Luhrmann insieme alla pluri-vincitrice dell’Oscar Catherine Martin (“Il grande Gatsby”, “Moulin Rouge!”) – che ricoprirà anche il ruolo di scenografa e costumista del film – Gail Berman, Patrick McCormick e Schuyler Weiss. Andrew Mittman sarà il produttore esecutivo.

Le riprese principali di Elvis si svolgeranno nel Queensland, in Australia, con il sostegno del governo del Queensland, Screen Queensland, e del programma Australian Government’s Producer Offset. Il film sarà distribuito in tutto il mondo da Warner Bros. Pictures.