In Aladdin del 1992, Jasmine ha un legame di stretta amicizia con la tigre Raja. Nel live-action di Guy Ritchie, in uscita nel 2019, la principessa – interpretata da Naomi Scott (Power Rangers) – avrà invece un rapporto di amicizia molto forte con una delle sue ancelle: Dalia, interpretata da Nasim Pedrad.

Molti dei cambiamenti che il live-action dovrebbe introdurre rispetto al film di animazione sembra riguardino proprio Jasmine. In una delle sue ultime interviste, Scott ha avuto modo di dire la sua proprio in merito all’approccio che adotterà nel dare vita alla protagonista femminile del film di Ritchie.

Come dichiarato dall’attrice:

Ci sono molti cambiamenti fantastici sul personaggio in questo adattamento, potrei parlarne per un’ora. Tutti coloro che sono coinvolti nel progetto non hanno avuto paura di ripartire da zero, specialmente riguardo a Jasmine. È fondamentale rappresentarla nel modo giusto. Amo quello che la Disney sta facendo oggi con le sue principesse, passando dall’animazione al live-action e trasformandole in esseri umani a tutto tondo. Essere una personaggio femminile significa essere una persona vera, e indovinate un po’? Può essere forte e divertirsi, così come sbagliare o lasciarsi trasportare dalle emozioni. [Jasmine] è una donna multidimensionale, non dev’essere solamente in un modo. Quindi, in questo film, la vedrete un po’ come se fosse “sulle montagne russe”, opponendosi a quello che dovrebbe essere il suo unico obiettivo: innamorarsi e sposarsi.

Come spiegato inoltre da Scott a proposito dell’amicizia tra Jasmine e Dalia:

Non avevo mai realizzato la cosa ma nel film di animazione Jasmine è l’unico personaggio femminile. Non è una cosa folle? Il personaggio di Dalia, nel nostro film, è molto importante proprio perché lei e Jasmine sono le uniche donne di questa storia. Lei è una delle ancelle, e con Jasmine sono cresciute insieme e sono migliori amiche. Vogliamo che la gente possa dirsi “Anche io farei come loro se fossi in una situazione simile”. E questo è qualcosa che era assente nel film di animazione.

Sul lavoro con Nasim Pedrad, Scott si è detta entusiasta:

Siamo ossessionate l’una dall’altra, la adoro. È incredibilmente divertente, e non appena abbiamo iniziato a lavorare insieme ci siamo dette “Santo cielo, com’è possibile che non ci siamo mai conosciute per tutti questi anni?”.

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

Il cartoon originale, vincitore di due Oscar e diretto da Ron Clements e John Musker, incassò ben 502 milioni di dollari al box office mondiale e viene ricordato anche per la performance vocale di Robin Williams in qualità di doppiatore dell’esilarante Genio della Lampada (in Italia venne doppiato da Gigi Proietti con altrettanta bravura).

L’iterazione in live action verrà sceneggiata da John August (Big Fish) e prodotta da Dan Lin, che aveva già lavorato con Guy Ritchie ai due capitoli di Sherlock Holmes realizzati in seno alla Warner.

Fonte: Hollywood Reporter