Sono passate quasi due settimane dalla scomparsa di Sean Connery. Il leggendario attore scozzese si è spento all’età di 90 anni nella sua casa di Nassau, alle Bahamas, lo scorso 31 ottobre. In una nuova intervista rilasciata a Metro UK, Micheline Roquebrune, seconda moglie di Sean Connery, ha parlato dell’ultimo desiderio di suo marito relativo alla dispersione delle sue ceneri.

Ecco cos’ha detto al magazine:

Riporteremo Sean in Scozia. Era il suo ultimo desiderio. Voleva che le sue ceneri fossero disperse alle Bahamas e nella sua terra natale. Appena sarà possibile viaggiare nuovamente in sicurezza, l’intenzione della famiglia è quella di tornare in Scozia con lui. Vorremmo anche organizzare una cerimonia in suo onore in Scozia, per lo meno è quello che speriamo. Ma non sappiamo con esattezza quando lo potremo fare.

Un paio di giorni dopo la morte dei Sean Connery, Micheline Roquebrune, 45 anni di matrimonio con l’attore, ha spiegato che il marito soffriva da tempo di demenza, una malattia che aveva trasformato la sua vita in una “non vita. Non era in grado di esprimere se stesso, negli ultimi tempi. Almeno è morto nel sonno, in maniera pacifica. Sono stata con lui tutto il tempo, è scivolato via. È andata esattamente come desiderava”.

Sean Connery e Micheline Roquebrune si sono incontrati nel 1970 a un torneo di Golf. La pittrice divenne la sua seconda moglie nel 1975: “Era fantastico, abbiamo avuto una splendida vita insieme. Era un uomo modello. Sarà davvero dura senza di lui, lo so. Ma non poteva durare per sempre, ed è morto in pace.”

Cosa ne pensate? Potete dire la vostra, come al solito, nello spazio dei commenti in calce all’articolo.