La Mummia: secondo Variety Tom Cruise ha avuto un livello di controllo eccessivo sul film

La Mummia Tom Cruise
La Mummia
di Alex Kurtzman
8 giugno 2017

Secondo Variety, la partenza al di sotto delle aspettative de La Mummia starebbe generando più di un malumore a Hollywood. In particolar modo, il magazine ha pubblicato una serie di indiscrezioni che vedrebbero molti addetti ai lavori scontenti dell’eccessivo potere esercitato da Tom Cruise sul primo film del cosiddetto Dark Universe. Come riportato da Variety:

“Nel caso de La Mummia, una persona in particolare – Cruise – ha avuto un ruolo di controllo eccessivo. Il reboot de La Mummia era pensato come l’avvio di un enorme franchise per la Universal. Invece, è diventato una sorta di caso da manuale della frenesia di una star”.

Il film, negli Stati Uniti, ha aperto con appena 32 milioni di dollari. Secondo Variety, molti indici sarebbero al momento puntati proprio su Cruise. Alla prima del film a Manhattan, Cruise avrebbe inoltre monopolizzato la scena prendendo il microfono e iniziando un discorso improvvisato di oltre dieci minuti mettendo completamente da parte regista e cast, pur dichiarando “I film non sono fatti da singole persone, ma sono un lavoro di gruppo”.

Sempre secondo Variety, molte fonti vicine alla produzione starebbero sostenendo che Cruise avrebbe preteso e ottenuto la facoltà di esercitare un controllo creativo su pressoché ogni singola fase di lavoro del film, intervenendo pesantemente anche sulle decisioni minori prese sul set.

Sempre secondo tali fonti vicine agli addetti ai lavori, la stessa Universal avrebbe garantito a Cruise un enorme controllo sulle scelte sia creative che commerciali del progetto. Cruise avrebbe infatti avuto l’ultima parola tanto nell’approvazione dello script quanto nelle decisioni prese in post-produzione. L’attore, inoltre, avrebbe avuto un enorme coinvolgimento anche nelle scelte di marketing della campagna promozionale del film e nella strategia di distribuzione nelle sale.

Secondo Variety, inoltre, il film avrebbe un budget maggiore di quanto inizialmente trapelato dalla produzione, ammontando a circa 190 milioni di dollari, ai quali se ne aggiungono circa altri 100 di promozione e di distribuzione globale. Al momento, La Mummia sta avendo una performance migliore nei mercati internazionali, al di fuori degli USA. C’è tuttavia ancora molta cautela sulle previsioni di incasso finale e sull’eventualità e l’ammontare dei profitti.

Al momento, i portavoce di Cruise non hanno diffuso alcuna dichiarazione in merito alle indiscrezioni apparse su Variety. La Universal in una dichiarazione ha del tutto smentito che Cruise abbia avuto un’influenza negativa sulla produzione del film.

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

Tom Cruise è il protagonista della nuova, spettacolare versione cinematografica di una leggenda che dall’alba della civilizzazione affascina le culture di tutto il mondo: La Mummia. Anche se sepolta al sicuro in una profonda cripta sotterranea nel bel mezzo del deserto, un’antica regina (Sofia Boutella di Kingsman – The Secret Service e Star Trek Beyond), un tempo vittima di una crudele ingiustizia, si risveglia nella nostra epoca colma di un rancore accumulato nei secoli che sfugge all’umana comprensione.

La storia della Mummia abbraccia il mondo intero, dalle sconfinate sabbie del Medio Oriente ai labirinti nascosti nel sottosuolo della Londra contemporanea. Il film ci fa entrare in una nuova dimensione popolata da mostri e divinità.

Insieme a Cruise, fanno parte del cast Annabelle Wallis (King Arthur, Peaky Blinders), Jake Johnson (Jurassic World) e Courtney B. Vance (American Crime Story). La squadra creativa di questa emozionante avventura cinematografica è diretta dal regista e produttore Alex Kurtzman e dal produttore Chris Morgan, già noti per alcuni dei più grandi successi degli ultimi anni – Kurtzman è stato sceneggiatore o produttore di saghe quali Transformers, Star Trek e Mission: Impossible; Morgan è tra gli autori di Fast & Furious, che ha contribuito a far crescere in modo esponenziale a partire dal terzo capitolo in poi. Al fianco di Kurtzman e Morgan in veste di produttore c’è Sean Daniel, che ha già al suo attivo la recente trilogia della Mummia.

Il film è uscito l’8 giugno nelle nostre sale.

Fonte: Variety

Classifiche consigliate

È necessario attenersi alla netiquette, alla community infatti si richiede l’automoderazione: non sono ammessi insulti, commenti off topic, flame. Si prega di segnalare i commenti che violano la netiquette, BAD si riserva di intervenire con la cancellazione o il ban definitivo.

  • venerdì
    • 14:30 BAD Comics