L’anno scorso abbiamo appreso che i 20th Century Studios (ovvero l’ex 20th Century Fox ora di proprietà della Disney) avrebbero prodotto un nuovo film della saga di Predator diretto dal regista di 10 Cloverfield Lane Dan Trachtenberg.

Avevamo poi scoperto (grazie al fan site di AvPGalaxy) alcune informazioni sulla collocazione cronologica della pellicola e i primi dettagli sulla storia, che ruoterà attorno a una donna Comanche che, combattendo i vari stereotipi di genere e le tradizioni della sua gente, diventava una guerriera.

A quanto pare, infatti, il film sarà ambientato quando l’America non era ancora neanche conosciuta come tale ed era popolata solo dai Nativi americani (il cast sarà composto esclusivamente da membri delle Prime nazioni). Stando al fan site appena citato, inoltre, le riprese partiranno entro la metà di maggio a Calgary, in Canada.

Ha inoltre svelato la sinossi preliminare, che vi riportiamo qui di seguito e che ci danno un’idea di un film molto diverso rispetto ai precedenti:

Molti anni fa, in un’epoca in cui gli europei non avevano ancora messo piede sulle loro terre, i Comanche avevano una società e delle norme di genere ben definite. Kee è molto vicina a suo fratello Taabe, destinato a diventare un capo. Capace quanto gli altri giovani uomini della sua tribù, Kee è sempre stata un’insegnante e una fonte di ispirazione per Taabe. Secondo la tradizione Comanche, lei è una Patsi, una sorella maggiore che lo ha reso quello che è oggi. Kee ama la verità e ha conoscenze che altri non anno ed è decisa a dimostrarsi degna agli occhi del mondo maschile dei Comachi. Quando il pericolo minaccia tutti, Kee vuole dar provare di essere capace come ogni altro guerriero.

Diretto da Shane Black, e con un budget di circa 90 milioni di dollari, il film ha raccolto in tutto il mondo appena 160,5 milioni di dollari e non è stato apprezzato particolarmente né dal pubblico né dalla critica.