Sappiamo bene, l’ha ribadito lui stesso qualche giorno fa, che Quentin Tarantino ha intenzione di ritirarsi mentre è ancora all’apice della carriera e della creatività e che il suo decimo lungometraggio sarà quello che decreterà il termine della sua attività di regista cinematografico.

Quello che ancora non sappiamo e di cosa tratterà questa decima creazione per il grande schermo. Intervenendo al podcast di Joe Rogan durante la promozione stampa della novelizzazione di C’era una volta a Hollywood ha parlato di un interessante “E se…?” relativo a una pellicola che, al 99,9%, non vedremo mai e poi mai: Kill Bill 3. Quentin Tarantino ha spiegato che se mai dovesse girare il terzo volume di questa saga, affiderebbe la parte della figlia di Beatrix Kiddo, il personaggio interpretato da Uma Thurman nei due Kill Bill, a Maya Hawke, figlia dell’attrice e di Ethan Hawke, che, peraltro, ha già lavorato col filmmaker in C’era una volta a Hollywood.

Già il solo pensare di andare a rivedere questi personaggi venti anni dopo e il solo immaginare la sposa e sua figlia, Bebe, che dopo 20 anni di tranquillità si ritrovano con questa pace che va in frantumi, e lei e sua figlia sono costrette a mettersi in fuga e pensare che potrei ingaggiare Uma e sua figlia Maya… è già così una cosa fo**utamente eccitante. Elle Driver è ancora in circolazione, Sophie Fatale è senza un braccio, ma ancora in giro. Loro hanno tutti i quattrini di Bill. Poi, a pensarci bene, Gogo ha una sorella gemella, Shiaki, e così anche lei potrebbe fare capolino.

Nel corso degli anni Quentin Tarantino ha parlato diverse volte di Kill Bill 3 e nell 2019, all’indomani delle cinque nomination ai Golden Globes ottenute da C’era una volta a… Hollywood, era tornato ad alimentare le speranze dei fan.

Queste le sue parole da una dichiarazione del dicembre 2019:

Giusto ieri sera ho cenato con Uma Thurman. Eravamo in un ristorante giapponese fichissimo. Ho un’idea a proposito di cosa vorrei fare in Kill Bill Vol. 3. Ed è proprio quello il punto, arrivare a conquistare l’idea alla base del film. Cosa è successo alla Sposa da allora? E cosa voglio fare ora?

Non mi interessa trovare un’avventura ridicola. Questo personaggio non se lo merita. La Sposa ha già combattuto a lungo e duramente. Ora ho un’idea che potrebbe essere interessante. Ma comunque, non lavorerei a questo film ancora per un po’. Ci vorrebbero almeno tre anni a partire da ora. Ma è senza dubbio nei miei piani.

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti o sul forum!