Keanu Reeves, in vista della prossima uscita di Matrix Resurrections nei cinema, è il protagonista di una ricca cover story di GQ che propone anche un gustoso intervento di Sandra Bullock.

Ricordiamo che Sandra Bullock e Keanu Reeves hanno recitato insieme in Speed, classico d’azione datato 1994 diretto da Jan de Bont. Data la grande chimica che i due avevano nella pellicola, i fan si sono interrogati per anni in merito a una questione decisamente extrafilmica come la possibilità che fra loro ci possa essere stato più di un semplice rapporto di lavoro sfociato poi in amicizia. Anche perché la chimica aveva poi avuto modo di avere una “seconda possibilità” con La casa sul lago del tempo lungometraggio del 2006 diretto da Alejandro Agresti. Un argomento, questo, che in virtù di quanto rivelato da David Schwimmer durante la reunion di Friends (ECCO TUTTI I DETTAGLI) è quantomai attuale e forieri di sorprese inaspettate.

Nel pezzo pubblicato da GQ, Sandra Bullock spiega nel dettaglio perché fra lei e Keanu Reeves non si è mai andato oltre un certo tipo di rapporto aggiungendo anche una interessante motivazione del perché sia sostanzialmente impossibile odiare una persona come lui:

No [non c’è mai stato nulla di romantico fra noi, ndr.]. Chissà perché? Keanu è quel genere di persona che riesce a rimanere amico di ogni donna che ha frequentato. Non penso esistano persone che possono dire qualcosa di orribile su di lui. Quindi chissà, magari saremmo potuti “sopravvivere” a un’eventuale relazione. Non saprei che dirti. Ma non abbiamo avuto niente che abbia poi necessitato di questa fase di sopravvivenza. Siamo cresciuti insieme su strade parallele, facendoci reciprocamente i complimenti, incrociandoci a cena e cercando nuove opportunità per lavorare insieme. E più passa il tempo, più ammiro l’essere umano che è diventato. Avrei potuto dire questa cosa se ci fossimo frequentati e mi avesse lasciato? Probabilmente no.

Sandra Bullock prosegue poi illustrando una delle più grandi qualità di Keanu Reeves: quella di saper ascoltare.

È una persona che sa ascoltare e questo fa impazzire le persone.

Prosegue poi raccontando un aneddoto accaduto un paio d’anni dopo l’uscita di Speed. I due erano usciti insieme un giorno e, in quell’occasione, Sandra Bullock aveva casualmente menzionato il fatto di non aver mai gustato la ben nota combo a base di champagne e tartufi allo champagne. Qualche giorno dopo, mentre stava andando a un appuntamento con qualcun altro, Keanu Reeves si presenta prima a casa di Sandra Bullock, mentre lei si stava dedicando alla manicure con la sua coinquilina, con un mazzo di fiori e la gustosa combo citata qualche riga più in sù.

È questo che intendo quando ti dico che ti fa uscire di testa. La prima volta che l’ho incontrato, ho speso un enorme quantitativo di tempo riempiendo questi suoi silenzi per sentirmi più a mio agio. E più ciarlavo, più lui se ne stava quieto. Non capivo cosa stesse accadendo. Mi guardava con occhi confusi. Avevo detto qualcosa che l’aveva offeso? E poi, uno o due giorni dopo, eccolo arrivare con una nota o un piccolo pacchetto dicendo “Ho riflettuto su quello che mi hai detto”. E avrebbe dato la sua risposta. Quante persone conoscete che si comportano in questa maniera?

L’attrice spiega infine che lavorerebbe molto volentieri con Keanu Reeves a un nuovo progetto, specificandone anche il genere: una commedia.

Quello che amerei fare davvero con lui prima di morire è una commedia. Ridere insieme a lui e basta. Lui è divertentissimo. Potremmo anche girarla quando avremo 75 anni, anzi, verrebbe fuori anche meglio!

Cosa ne pensate di questi aneddoti raccontati da Sandra Bullock? Ditecelo nei commenti!

Potete rimanere aggiornati su Matrix Resurrections grazie ai contenuti pubblicati nella nostra scheda.

BadTaste è anche su Twitch!