La recensione di IF, il film misto animazione e live action con Ryan Reynolds, in sala dal 16 maggio

Chissà cosa ne penseranno i bambini, cioè il pubblico che il trailer e il marketing di IF – gli amici immaginari vogliono attirare, del fatto di non essere il pubblico che il film sembra avere in mente. Almeno non quello primario. Chissà cosa penseranno di una storia che funziona come un coming of age e un’elaborazione della perdita insieme, con quasi niente di azione e un montaggio molto quieto, fondato sui sentimenti e uno scavo il più a fondo possibile sul senso di perdita e il risveglio di ricordi lontani che loro non possono avere ma appartengono più agli adulti.

A sorpresa infatti IF è un film che parla di cose adulte, elicita sentimenti adulti tramite l’espediente della Madeleine e ha proprio il passo del cinema adulto mentre accompagna la sua protagonista, una bambina di 12 anni che passa alcuni giorni a New York per stare vicino al padre, malato di cuore in attesa di un’...