Brendan Fraser, dall’incidente quasi mortale di La Mummia agli infortuni che l’hanno tenuto lontano dai set

La Mummia 1999 Brendan Fraser

La storia di Hollywood è ricca di vicende fatte di ascese allo stardom, repentine e tragiche cadute e galvanizzanti rinascite professionali e, da questo punto di vista, la carriera di Brendan Fraser rientra appieno nella categoria di cui sopra.

Da acclamata star a cavallo degli anni novanta e duemila, capace di passare da frenetici e avventurosi blockbuster per grandi e piccini come La Mummia e George Re della Giungla…? alle atmosfere decisamente più drammatiche di un Demoni e dei a sostanziale desparecido. Una zona d’ombra dalla quale, negli ultimi anni, Brendan Fraser è uscito dapprima grazie alla performance in Doom Patrol, la popolare serie Tv basata sulla property della Dc Comics (ECCO LA NOSTRA SCHEDA DELLA SERIE TV) e poi grazie ad alcune scelte cinematografiche rivelatesi particolarmente azzeccate.

Dapprima c’è stato No Sudden Move di Steven Soderbergh (GUARDA IL TRAILER), poi è toccato a quel The Whale di Darren Aronofsky che gli è valso una sentita e lunghissima standing ovation al festival di Venezia e che lo ha già proiettato verso gli attori da tenere d’occhio in ottica Oscar. Avremmo anche dovuto vederlo nei panni del villain Firefly in Batgirl, il famigerato cinecomic che la Warner bros ha deciso di cancellare… Ma “poco male”: lo ritroveremo anche nel cast di uno dei film più attesi del 2023, Killers of the Flower Moon di Martin Scorsese.

Ma esattamente, perché per un lungo lasso di tempo il protagonista di una saga multimilionaria come quella di La Mummia ha fatto perdere le sue tracce?

Da una parte ci sono questioni private e personali, che hanno anche a che fare non solo col divorzio e i conseguenti problemi legali avuti con l’ex moglie, ma anche con delle molestie subite, sulle quali non vogliamo insistere. Se volete approfondire, potete leggere quello che Brendan Fraser ha raccontato alla ABC qualche anno fa.

Messo da parte ciò, la lontananza dell’attore dai set di Hollywood è stata causata anche dal complicato rapporto che ha avuto, nel corso della sua carriera, con gli stunt. A partire da un incidente quasi mortale avvenuto sul set del primo La Mummia.

Quando Brendan Fraser ha quasi rischiato di morire soffocato sul set di La Mummia

Molti e molte di voi ricorderanno sicuramente molto bene il primo La Mummia, il film d’avventura prodotto dalla Universal e diretto da Stephen Sommers che, a fronte di un budget di circa 80 milioni, ne ha poi incassati ben più di 400 in tutto il mondo (dati non aggiornati all’inflazione). La pellicola diede inizio a una fortunata saga comprensiva di spin-off, Il Re Scorpione, il progetto che, di fatto, ha lanciato la carriera cinematografica di The Rock.

In La Mummia, Brendan Fraser interpretava l’avventuriero Rick O’Connell ed era affiancato da Rachel Weisz nei panni dell’egittologa Evelyn Carnahan. Nella scena che potete vedere qua sotto, è proprio grazie a lei che O’Connell si salva dal cappio:

È stata proprio la lavorazione di questo momento del film ad essere quasi costata la vita a Brendan Fraser. Nel 2019 la star ha raccontato a Entertainment Weekly di aver rischiato la morte per soffocamento:

Mi sono strozzato completamente. È stato spaventoso […] Facemmo il campo lungo, in cui era lo stuntman, che aveva un’imbracatura, a finire appeso, ed era venuta benissimo. Poi però toccava ai primi piani. C’era questo patibolo e questa corda di canapa legata al cappio che stava al mio collo. Nella prima ripresa ho fatto del mio meglio per recitare la parte di chi stava soffocando. Stephen però volle farne un’altra con la corda più tesa e io dissi “Ok, va bene”. Ma un nodo al tuo collo finisce comunque per bloccarti le arterie, a prescindere. Ecco che lo stuntman comincia a tirare la corda, io cerco di stare sulle punte dei miei piedi, poi ha tirato ancora e dato che non sono un ballerino, non so stare sulle punte.

Poi, continua Brendan Fraser, tutto è diventato nero, “come quando abbassi il volume dello stereo o quando la Morte Nera perde potenza”:

Ho ripreso conoscenza e un paramedico stava dicendo il mio nome! Avevo della ghiaia nell’orecchio e diamine se faceva male.

Un incidente di percorso potenzialmente molto grave, ma che non ha minimamente scalfito il rapporto fra Brendan Fraser e il regista di La Mummia. I due hanno scherzato sulla vicenda “incolpandosi a vicenda” proprio in occasione dell’intervista qua citata rilasciata per il ventennale del film.

Gli stunt che hanno distrutto il suo corpo

In un profilo pubblicato da GQ nel 2018, Brendan Fraser ha avuto modo di spiegare che i ruoli molto fisici che ha interpretato in lungometraggi come quelli della saga di La Mummia o in Viaggio al centro della Terra, gli hanno presentato un conto “salato” in termini di acciacchi fisici.

Penso che, con tutta probabilità, io abbia spinto un po’ troppo l’acceleratore, in una maniera distruttiva (per il fisico). Quando sono arrivato a girare il terzo La Mummia in Cina stavo insieme grazie al nastro adesivo e al ghiaccio. Ero pieno di borse del ghiaccio con tappo a vite e protezioni tipo quelle che usano i ciclisti di down-hill che sono piccole e leggere e si nascondono bene sotto ai vestiti. In pratica mi costruivo quotidianamente un esoscheletro.

Degli infortuni, quelli sostenuti da Brendan Fraser nel corso della sua attività, che l’hanno portato a sottoporsi a molteplici interventi chirurgici, compresa una laminectomia, un’operazione alla schiena effettuata per alleviare la pressione sul midollo spinale o i nervi. Una procedura che ha dovuto fare per ben due volte in neanche 24 mesi dato che la prima volta “la zona lombare non aveva preso, quindi ho dovuto rifarla dopo un anno”.

Ma non è tutto. L’attore ha anche avuto una sostituzione parziale del ginocchio, ulteriori interventi alla schiena per questioni collegate ai cuscinetti spinali e altri interventi. In pratica, per circa sette anni, è continuamente entrato e uscito dall’ospedale.

Lavorare stabilmente in mezzo a questo continuo entrare e uscire dall’ospedale, era alquanto complicato, ha rivelato Brendan Fraser al magazine.

Trovate tutte le informazioni su The Whale film nella nostra scheda!

Cosa ne pensate? Se siete iscritti a BadTaste+ potete dire la vostra nello spazio dei commenti qua sotto!

Classifiche consigliate

È necessario attenersi alla netiquette, alla community infatti si richiede l’automoderazione: non sono ammessi insulti, commenti off topic, flame. Si prega di segnalare i commenti che violano la netiquette, BAD si riserva di intervenire con la cancellazione o il ban definitivo.