Qual è il piano futuro dei film Marvel? Un riassunto (e qualche ipotesi) per chi si è perso alcuni pezzi

Mamme Marvel Cinematic Universe Doctor Strange
Doctor Strange nel multiverso della follia
di Sam Raimi
4 maggio 2022 al cinema
Tra la fase 3 e la fase 4 del Marvel Cinematic Universe le cose sono radicalmente cambiate, ma non tutti se ne sono accorti. L’impostazione data da Kevin Feige nel primo decennio di film era sostanzialmente lineare. I sequel e le storie dei personaggi si sommavano una con l’altra tirando tutte nella stessa direzione: il grande evento in due parti Avengers: Infinity War e Avengers: Endgame. Lo scontro con Thanos era un chiaro snodo, annunciato sin dalla fine del primo crossover diretto da Joss Whedon. Un punto di convergenza di molte saghe individuali che lì si sono chiuse.

Ora le cose sono cambiate, anche con l’arrivo delle serie tv. La Marvel non sta andando avanti con la stessa velocità di prima. L’espansione dell’universo avviene lateralmente, a destra e a sinistra, arricchendo il parco di personaggi e cercando di variare più di prima il tono e le sperimentazioni delle storie. Un film come Doctor Strange nel multiverso della follia, ha un aspetto radicalmente diverso da quello che è nell’immaginario lo stile Marvel, così come Eternals.

Sembra quindi che l’MCU abbia un nuovo foglio molto più grande in cui disegnare. Se prima lo teneva in verticale, ora l’ha girato in orizzontale. Lasciato da parte l’approccio incrementale, si vanno a conquistare altri territori intorno a quelli già ben consolidati. Ma dove si vuole arrivare? Qual è la strategia che guiderà le prossime fasi? Ovviamente la risposta la conoscono solo Feige e, forse, qualche collaboratore stretto.

Arrivati a questo punto della fase 4 si può però già ipotizzare quello che è il progetto sul lungo periodo. Ci sono già tanti elementi da analizzare e qualche certezza. La posizione in cui ci troviamo ora è poi particolarmente ricca di nuovi eroi e antieroi non ancora esplorati appieno.

I villain che minacciano l’universo Marvel

Sotto il fronte dei nemici, The Falcon and the Winter Soldier, seguito poi da Black Widow, ha iniziato a farci intuire la costruzione di un team parallelo agli Avengers. I Thunderbolts? Forse, anche se la scomparsa di William Hurt, l’interprete di Thaddeus Thunderbolt” Ross, che sembrava in prima fila per guidare una squadra del genere come nei fumetti, potrebbe complicare le cose. 

Al momento non sappiamo però per chi lavori Valentina Allegra de Fontaine, che si è presentata a molti antieroi come una nuova Nick Fury né le sue intenzioni. John Walker, Sharon Carter e Yelena Belova sono però presumibilmente già della squadra.


marvel Valentina Allegra de Fontaine

 

Kingpin è pronto per diventare il villain principale delle serie urbane. Prima in Hawkeye e tra poco in Echo, Vincent D’Onofrio è tornato per restare a lungo. L’abbiamo visto più superumano e meno minaccioso rispetto alle serie Marvel-Netflix. Questo potrebbe giustificare un suo arco narrativo lungo, magari che lo porti ad avere un’influenza economica sulla città tale da riverberarsi anche sui futuri Spider-Man. E magari anche con il vecchio-nuovo Daredevil.

Sul fronte minacce che incombono sulla terra c’è da sbizzarrirsi. Gli Eterni hanno aperto la storyline dei celestiali. Da qui in poi Dei grandi come galassie possono apparire nel cielo, frantumare i pianeti, e giudicare l’umanità. Restiamo alla fine del film con un giudizio sospeso, una spada di Damocle che pende sul pianeta. Probabilmente il terremoto avvertito alla fine di Shang-Chi è legato all’emergenza di Tiamut così come gli anelli hanno un’origine antica e -ipotizziamo- cosmica.

A proposito di ipotesi, vogliamo sbizzarrirci. Una minaccia simile, potrebbe infatti arrivare anche da Galactus, il divoratore di mondi, che potrebbe venire introdotto nel prossimo film sui Fantastici Quattro anche se ancora i tempi non sembrano pronti per una minaccia “livello Avengers”. 

La serie Loki invece ci ha lasciati in sospeso con Kang il conquistatore che sappiamo avrà una parte in Ant-Man and the Wasp: Quantumania. Lui, il custode della Sacra Linea Temporale affrontato dal Dio dell’Inganno e da Sylvie ha aperto lo spiraglio sul multiverso.

Il multiverso Marvel

Ne sapevamo poco prima di Doctor Strange nel multiverso della follia e ne sappiamo poco anche adesso. Probabilmente America Chavez è un essere Nexus e sarà la chiave per le future esplorazioni, o convergenze di mondi. Mentre incombe il ritorno della minaccia di Dormammu, la preoccupazione principale che potrebbe arrivare in futuro ci viene suggerita dai fumetti.

Anche qui siamo nel campo della pura speculazione.

Salvare la terra da Galactus, o da chi per lui, potrebbe portare a danni irreparabili. Il cosmo Marvel, come abbiamo appreso, ha molti “spazzini”, che puliscono e tengono in ordine le cose. Allo stesso modo il multiverso va preservato. Le incursioni, citate da Strange, sono pericolose convergenze tra mondi. Secret Wars, le guerre segrete che i fratelli Russo hanno detto più volte di voler dirigere, sembrano il punto di congiunzione perfetto. Il film non è però ancora stato annunciato.

Nei fumetti si viene a creare un Battleword, un pianeta diviso in molti territori, combinati da pezzi di vari universi. Nei film salvare la terra più volte potrebbe portare a un punto di contatto nel multiverso e a una analoga battaglia per la sopravvivenza della propria realtà. Lì potrebbe essere la fine dell’MCU. E un nuovo inizio. Magari senza più Feige al comando. Queste, ovviamente, sono solo nostre fantasie.

Tornando più concreti: non si scappa dal multiverso, che è il presente e il futuro della Marvel. Fino a che ci sarà l’interesse del pubblico sarà il terreno di gioco perfetto per i creativi, che avranno più libertà rispetto alla continuity e potranno rischiare, e fallire, senza temere di rompere il giocattolo. E quando i tempi saranno maturi… il tempo finirà e si ricomincerà da capo.

Young Avengers

Young Avengers

Sembra che non vedremo tanto presto un altro film sugli Avengers e la formazione è ancora un mistero. Molto più probabile invece un arrivo di Young Avengers, il team di giovani supereroi pronti a imitare le gesta dei loro beniamini. La rosa è già bella nutrita: Kate Bishop e America Chavez, Eli Bradley visto in The Falcon and The Winter Soldier, con I gemelli Billy e Tommy (figli di Wanda). Ms. Marvel potrebbe entrare nel gruppo insieme a una delle varianti di Loki, una cresciuta Cassie Lang e magari Riri Williams.

Lasciare spazio ai giovani e alla diversità è l’unico modo di mantenere un ricambio di pubblico nel tempo per l’MCU. 

Secret Invasion 

Gli Skrull sostituiscono gli umani sulla terra. Conosci veramente il tuo vicino? Di chi ti puoi fidare? Questa la trama di Secret Invasion nei fumetti. La nuova serie tv ispirata a questa run può sfruttare al massimo il buco lasciato dai cinque anni di blip. Il periodo migliore per gli Skrull per sostituire alcune persone scomparse. È da Spider-Man: Far From Home che ne abbiamo avuto le prime avvisaglie grazie alla scena post-credit.

L’invasione potrebbe essere anche il punto ideale per concludere l’arco narrativo di Nick Fury e di molti altri personaggi, magari facendo qualche aggiustamento al cast.

Il problema di Black Panther invece, dopo la scomparsa di Chadwick Boseman, attore che non sarà rimpiazzato nel personaggio, verrà sciolto solo vedendo il prossimo film. 

Secret Invasion potrebbe anche essere anche come una passata di detergente sulla continuità dell’MCU. Non annullerà nulla, anzi, tutto fa pensare che sarà fortemente basata sugli avvenimenti dei film già visti. Potrebbe essere lo strumento ideale però per fare un po’ di pulizia, risolvere i misteri e consolidare le trame. 

Il lato cosmico dell’MCU

Lontani dagli occhi ma non lontani dal cuore i Guardiani della Galassia e gli Asgardiani continueranno le loro avventure in Thor: Love and Thunder. Se si guardano le storie su cui sembra ispirato il film probabilmente avremo un ulteriore ridimensionamento degli Dei per mano di Gorr. 

Thor love and thunder Marvel imax

Con il terzo film dei Guardiani invece James Gunn ha promesso lo scioglimento dell’attuale gruppo, chiudendo così la sua personalissima fase 3. Morti illustri in arrivo?

I Fantastici Quattro potrebbero fare da grande collante tra lo spazio e la terra, come Strange lo è tra la dimensione oscura, il multiverso e la nostra. Ant-Man presidierà il mondo quantico. Tre facce della realtà non così differenti dalle gemme dell’infinito. Prima erano McGuffin, ora sono interi universi narrativi. Qualcuno, prima o poi, dovrà pur raccoglierli. 

Gli X-Men e Deadpool nell’MCU

Ben più complicate da gestire sono le nuove acquisizioni del pacchetto Fox. Difficile ipotizzare come e quando saranno introdotti gli X-Men, anche se il terzo film di Deadpool è in lavorazione. Nell’MCU non è ancora stata pronunciata la parola “mutanti”. C’è anche la questione Inumani in sospeso, soprattutto dopo la fugace e tragica apparizione di Freccia Nera (insieme a Xavier) nel nuovo Doctor Strange.

È qui che la Marvel sembra faticare di più. Cioè nell’integrare nel suo universo dei personaggi che hanno già storie alle spalle e che avrebbero dovuto esistere in quel mondo. Lo schiocco di Thanos ha reso impossibile la scusa del non interferire, dello stare nascosti. Così gli X-Men dovranno trovare nuove origini, iniziare nuovamente le loro storie magari basandosi su un recente e importante restyling fatto nei fumetti. Ma come avverrà nell’MCU? Quando? E in che punto della storia?

Sarà un piacere scoprirlo. 

BadTaste è su Twitch!

I film e le serie imperdibili

È necessario attenersi alla netiquette, alla community infatti si richiede l’automoderazione: non sono ammessi insulti, commenti off topic, flame. Si prega di segnalare i commenti che violano la netiquette, BAD si riserva di intervenire con la cancellazione o il ban definitivo.