Lucca Comics & Games 2018 (31 ottobre – 4 novembre) è quasi alle porte, ma non sono ancora finiti gli annunci degli ospiti internazionali che saranno presenti alla cinquantaduesima edizione della fiera toscana.

In collaborazione con add Editore, l’Istituto Confucio dell’Università degli Studi di Torino, l’Istituto Confucio dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, l’Istituto Confucio dell’Università Statale di Milano e l’Istituto Confucio dell’Università La Sapienza, durante la manifestazione potremo incontrare Li Kunwu, autore della trilogia di Una vita cinese, che ha riscosso successo di critica e pubblico in tutto il mondo.

Sempre grazie alla casa editrice torinese potremo conoscere Sean Chuang, artista eclettico attivo e apprezzato sia in campo cinematografico che fumettistico. La sua The Window, del 2010, è la prima graphic novel taiwanese. Add Editore ha appena pubblicato I miei anni ’80 a Taiwan, tradotta e distribuita in Francia, Germania e vincitrice di numerosi premi internazionali.

Dalla Cina al Giappone, è proprio il caso di dirlo: grazie a Hollow Press sarà ospite della kermesse Shintaro Kagomangaka creativo poliedrico che con il suo stile molto personale, definito “paranoia alla moda”, ha firmato opere pubblicate in tutto il mondo ed esposte nelle più prestigiose gallerie underground; a Lucca Comics & Games 2014 ha vinto il premio Gran Guinigi come Miglior fumetto breve con Uno scontro accidentale sulla strada per andare a scuola può portare a un bacio? (Hikari Edizioni), e quest’anno presenterà allo stand Hollow Press il quarto e ultimo volume di Day of the Flying Head.

Least but not last, chiudiamo con Peach Momoko, talento nipponico emergente che ha già alle spalle esperienze con prestigiose riviste americane come Heavy Metal e Girls and Corpses; le sue illustrazioni sono soprattutto ispirate al Giappone degli anni 60, con un riconoscibile accento crudo e horror.

 

 

Fonte: Lucca Comics & Games