Ieri sera negli Stati Uniti si è conclusa la prima stagione di Terra Nova: questa sera su SKY andrà in onda la 1×11 doppiata in italiano, seguita dagli ultimi due episodi della serie (in lingua originale con sottotitoli italiani). In attesa di conoscere il futuro dello show, i produttori Rene Echevarria e Brannon Braga hanno parlato delle possibilità di rinnovo e di un eventuale trasferimento della produzione alle Hawaii (da loro smentito, ndt).

THR: Che indizi avete colto sulla possibilità che la serie ottenga una seconda stagione?
Echevarria:
siamo prudentemente ottimisti; speriamo in buone notizie da un giorno all’altro. Ci sono molti fattori in ballo e diverse cose che il network deve considerare. Sappiamo che ci sono molte persone a cui piace lo show e abbiamo un pubblico fedele a cui sembra piacere quello che stiamo facendo. Speriamo presto in buone notizie.
Braga: prima arrivano, meglio sarà.

THR: Che considerazioni avete fatto per quanto riguarda un potenziale trasferimento della serie alle Hawaii per abbassare i costi della possibile seconda stagione?
Echevarria:
non so da dove venga questa speculazione, ma non è verà. Eventualmente, ciò sarebbe più costoso.
Braga: il volo è più breve (ride).
Echevarria: l’Australia è più aggressiva nell’abbattimento delle tasse. Per quanto riguarda il mantenere la produzione lì, le facilitazioni che abbiamo nel Queensland sono di alto livello.
Braga: abbiamo anche costruito una città che andrebbe ricostruita (alle Hawaii, ndt). Sarebbe un grosso trasferimento.
Echevarria: abbiamo investito nell’Australia e sarà lì che torneremo.

THR: Avete pianificato una storia per una potenziale seconda stagione?
Echevarria:
non l’abbiamo pianificato completamente, ma abbiamo presentato un’anticipazione della seconda stagione al network e ciò fa parte del loro processo per la decisione. E’ stata una conversazione creativa e aperta, ma anche loro hanno una propria idea e noi desideriamo cavarne una grande seconda stagione. Hanno ascoltato alcune idee e hanno avuto le loro sensazioni su ciò che andava e ciò che non andava bene per loro. E’ l’inizio di un conversazione.

THR: Come si relazionano i rating con quelle che erano le vostre aspettative?
Echevarria:
e’ un mondo completamente nuovo con i DVR e altre piattaforme. Una cosa di cui sentiremo parlare molto sono i VOD (video on demand, ndt).
[…] Abbiamo altri 700.000 spettatori tramite il VOD – 35% di spettatori in più in Live Plus 3. E’ difficile per qualcuno che è stato a lungo nel business, è tutto nuovo. Gli inserzionisti pubblicitari prestano attenzione a questi numeri. Non avremmo avuto una conversazione creativa con lo studio se i numeri non fossero stati oltre una certa soglia minima, per loro sufficiente. Non ci avrebbero chiesto di farci avanti se non avessimo raggiunto quella soglia su cui poter lavorare.

La premiere di Terra Nova è stata trasmessa negli Stati Uniti il 26 settembre e in Italia il 4 ottobre su FOX (Sky). In America la prima stagione è terminata con un doppio episodio il 19 dicembre: oggi le due puntate andranno in onda in Italia in lingua originale (con sottotitoli), mentre il 27 dicembre verranno trasmesse doppiate in italiano.

Fonte: THR