The Falcon and the Winter Soldier arriverà su Disney+ il 18 marzo e lo showrunner Malcom Spellman, intervistato da TVLine, ha svelato quanto sia importante la tematica dell’uguaglianza razziale nello sviluppo della storia con protagonisti gli eroi interpretati da Anthony Mackie e Sebastian Stan.

Spellman ha sottolineato l’importanza di progetti come Black Panther:

L’impatto diretto che un supereroe nero ha avuto su mio nipote ha lasciato un segno nella mia mente. Credo che The Falcon and the Winter Soldier sia una buona continuazione di quello che ci hanno lasciato il regista Ryan Coogler e Chadwick Boseman. Credo davvero che siano necessarie queste enormi icone nere, non solo per i ragazzini neri, ma anche per quelli bianchi in modo che possano iniziare ad assimilare l’idea che la nostra gente è grandiosa ed eroica.

Malcolm è un grande fan dei fumetti Marvel e ha lottato per avere l’opportunità di proporre ai dirigenti Marvel la sua idea per la serie, poi sviluppata insieme a Nate Moore, vicepresidente della Produzione e dello sviluppo presso i Marvel Studios. Il pitch alla presenza di Kevin Feige, in parte a causa di una tremenda emicrania, è stato però quasi disastroso. Moore, tuttavia, era convinto che Spellman avesse qualcosa di importante da dire attraverso lo show e lo ha sostenuto dietro le quinte:

Aveva sentito quello che volevo fare, che volevo che la questione razziale fosse una parte davvero importante della storia e penso sapesse che era giusto.

Lo showrunner ha aggiunto:

Penso che una delle cose più importanti sia la convinzione che non ci siano limiti alla portata delle storie specificatamente Nere. Possono essere grandi come quelle di tutti gli altri. Lo abbiamo imparato con Empire, lo abbiamo imparato con Black Panther e lo vedremo con The Falcon and the Winter Soldier. Non si può più opporsi a questa idea e dà realmente forza dopo aver sentito, per i primi 15 anni della mia carriera, che essere Neri significava poter fare solo cose di nicchia davvero piccole.

Nelle puntate si potrà quindi probabilmente assistere ai problemi di Sam nel raccogliere l’eredità di Steve Rogers e l’accoglienza riservata a Falcon da parte della società all’idea che ci sia un Captain America nero, mentre il governo degli Stati Uniti vuole che il volto dell’iconico eroe sia quello di John Walker.

The Falcon and the Winter Soldier è così descritta dalla sinossi ufficiale:

In seguito agli eventi di Avengers: Endgame, Sam Wilson/Falcon e Bucky Barnes/Winter Soldier si uniscono in un’avventura globale che mette alla prova le loro abilità – e la loro pazienza – in The Falcon e The Winter Soldier dei Marvel Studios. Questa nuovissima serie è diretta da Kari Skogland; Malcolm Spellman è lo sceneggiatore principale.

Lo show sarà composto da sei episodi da 40/50 minuti, la cui sceneggiatura è stata affidata a Derek Kolstad e Malcolm Spellman, mentre la regia, come detto anche nella sinossi, è stata curata da Kari Skogland. Nel cast principale della serie, oltre alle star Anthony Mackie (Falcon), Sebastian Stan (Soldato d’Inverno) ci sono anche Emily Vancamp, Daniel Bruhl, Danny Ramirez Wyatt Russell.

Inizialmente, ‘The Falcon’ era stato indicato come il primo degli show Marvel che avrebbe debuttato su Disney+ ma, a causa dello slittamento delle riprese, è ora atteso per marzo del 2021.

Vi ricordiamo che tutte le informazioni sullo show sono disponibili nella nostra scheda.

Fonte: TVLine