Come sapete, ogni episodio di WandaVision include uno spot pubblicitario che a quanto pare è collegato in qualche modo ai traumi vissuti da Wanda nella sua vita. Il primo spot faceva riferimento a una bomba delle Stark Industries che quasi la uccise da bambina, il secondo faceva riferimento agli esperimenti effettuati del Barone Von Strucker.

Anche lo spot presente nel terzo episodio contiene dei riferimenti all’Hydra. Ispirato alle pubblicità degli anni settanta, vede tornare la donna dei primi due spot nei panni di una casalinga totalmente sopraffatta dalle sue faccende. Grazie al sapone da bagno Hydra, viene trasportata in una sorta di paradiso greco nel quale affonda in un mare di bollicine e può finalmente rilassarsi. Hydra Soak permette infatti di “Trovare la dea che è dentro di te”.

C’è chi ci ha visto una citazione (più che un collegamento) di Agents of SHIELD. Nella quarta stagione, infatti, l’Agente Coulson parla di un sapone dell’Hydra in grado di controllare le menti delle persone:

 

Ma in realtà il riferimento diretto sembra sia alle vicende di WandaVision: Wanda sembra infatti essersi trasportata in una sorta di realtà tutta sua, forse per fuggire al trauma della perdita e del lutto. Non solo – lo spot sembra anche accennare a quella che potrebbe essere la vera natura di Wanda, suggerita in Marvel Studios Visual Dictionary:

Si chiamerà anche Scarlet Witch, ma i suoi poteri non derivano dall’occulto. Che l’abbia alterata o abbia semplicemente sbloccato qualcosa che era latente dentro di lei, la Gemma dell’Infinito sullo scettro di Loki ha scatenato gli incredibili poteri della mente.

La Gemma della Mente potrebbe non tanto aver conferito i poteri a Wanda, ma aver sbloccato qualcosa di latente – il che potrebbe aprire la strada al concetto di gene mutante (che fino a qualche anno fa la Marvel non poteva citare, in quanto gli X-Men erano ancora di proprietà della Fox, ora interamente passata nelle mani della Disney).

WANDAVISION LA TRAMA DELLA SERIE TV

WandaVision mette al centro Wanda Maximoff e Visione, i due Avengers che abbiamo imparato a conoscere nei film. Li rivediamo come esseri ancora dotati di superpoteri, ma catapultati in una realtà di periferia anni ’50 nella quale certo non siamo abituati a vederli. I due inizieranno a sospettare che qualcosa non va e che non tutto sia come appare.

Nel cast della serie ci sono Elizabeth Olsen e Paul Bettany che riprendono i ruoli di Scarlet Witch e Visione. Teyonah Parris interpreta Monica Rambeau, figlia di Maria Rambeau che avevamo conosciuto in Captain Marvel. Quella bambina che interagiva con Carol Danves è cresciuta ed è diventata un’agente della agenzia SWORD (Sentient Weapon Observation Response Division). Kathryn Hahn interpreta Agnes, una vicina di casa della coppia. Kat Dennings riprende il ruolo di Darcy Lewis che aveva interpretato in Thor e Thor 2. Randall Park riprenderà il ruolo dell’agente FBI Jimmy Woo.

Vi ricordiamo che tutte le informazioni sulla serie, i cui eventi sono ambientati dopo quanto accaduto nel film Avengers: Endgame, sono disponibili nella nostra scheda.

Fonte: CB