L’amica geniale 3 – Storia di chi fugge e chi resta, la recensione dei primi due episodi in onda su Rai 1 il 6 febbraio

Lenù ha scritto il suo primo romanzo, La divagazione, l’avevamo visto nella stagione precedente, e nella prima puntata (tutta su di lei come la seconda sarà tutta su Lila) vediamo come non riesce ad importargliene granchè del successo, che pure il romanzo ha, e delle vendite, che pure non sono male, le importa solo di cosa pensano le persone a lei vicine, sia il circolo più intellettuale che frequenta, cioè il suo presente, sia poi la sua famiglia di origine e il quartiere di origine, cioè il suo passato. Su tutti le importa cosa ne pensi Lila, il modello a cui aspira ad aderire, il simulacro delle proprie aspirazioni a cui delega il proprio giudizio su di sé. Quello che era prima che tutto cambiasse a cui chiede “Come sono cambiata?”.

La terza stagione attacca con una dinamica chiave della vita intellettuale, l’idea che il giudizio più forte e importante...