WandaVision 1×03: la recensione

Al terzo episodio WandaVision è già un progetto televisivo più definito e comprensibile rispetto alle prime due puntate. Rimangono vari punti oscuri nella narrazione, ma nel confronto tra quello che rimane uguale e quello che cambia, possiamo capire meglio le sfumature della serie Marvel. Che rimane, o anzi diventa ancora di più, una storia di negazione, di traumi rimossi e di parole che non devono essere pronunciate, Il tutto mentre diventa chiaro che esiste un dentro e un fuori a cui fare riferimento.

Lo scenario muta, come era stato anticipato alla fine della seconda puntata. Mentre la storia va avanti e i personaggi rimangono, i riferimenti alle sitcom si spostano in avanti di anni e anni, e arriviamo praticamente agli anni ’70. Qui il riferimento sarebbe a La famiglia Brady, quindi nuovo look, nuovo arredamento, che si accompagna anche ad una diversa recitazione. È in questi dettagli c...