È finalmente disponibile il primo trailer di WandaVision, la serie TV targata Marvel Studios in arrivo prossimamente su Disney+.

Se avete visto le immagini del promo e siete rimasti perplessi, non preoccupatevi, in questo articolo cerchiamo di riunire le idee sulla trama e scoprire le prime easter egg e i segreti celati.

WandaVision è uno dei progetti più misteriosi della nuova corrente televisiva Marvel. Ma è anche uno dei più caldeggiati, personali e amati dal produttore Kevin Feige. Sin dai primi materiali mostrati e dalle voci che la indicano come strettamente correlata al prossimo Doctor Strange in the Multiverse of Madness, la serie si è presentata come un mix esplosivo di nostalgia e follia.

Ma che cosa sta succedendo in questo assurdo spot di WandaVision? Proviamo ad analizzarlo passo passo

WandaVision trailer

L’inizio del trailer mostra la coppia, felicemente sposata, che si avvia verso una tipica cittadina dei sobborghi americani anni ’50. Le immagini sono presentate come se fossero originate da un’antico televisore in bianco e nero. Impossibile non notare il ritorno della gemma della mente che dovrebbe dare vita a Visione. Anche la decorazione presente sulla porta, visibile a sinistra di questo fotogramma richiama la forma della gemma. Il numero della targa “0102” avrà un qualche significato in riferimento a stagione ed episodio?

Visione ritorna a casa e viene accolto dalla moglie che lo saluta, compiendo dei gesti con le mani simili a quelli usati per alterare la realtà. I poteri di Scarlet Witch non sono infatti solamente magici, ma agiscono sul tessuto delle cose, sulla realtà appunto. E questo è un indizio che tende a confermare la prima ipotesi, la più diffusa tra i fan. È probabile infatti che questo mondo in cui Wanda vive la sua vita perfetta, sia una sorta di “universo tasca” da lei creato, forse per accettare la perdita dell’androide amato, o per tentare di farlo rivivere.

Non è ancora dato saperlo con certezza. 

La frase successiva “questa è casa nostra” appartiene a un’altra linea temporale (o ad un’altro universo “sitcom”) dal momento che i vestiti e lo stile dei protagonisti sono differenti. La Marvel potrebbe avere alterato la colorazione dei fotogrammi per uniformare la breve inquadratura al resto del bianco e nero.

WandaVision

Quando Visione assume forma umana passa vicino a uno specchio… ma la sua immagine non viene riflessa. Un altro indizio che ci porta a credere che questo mondo sia creato dal punto di vista di Wanda. Molti elementi architettonici richiamano la forma della gemma della mente.

Due dettagli apparentemente poco significativi, ma molto inquietanti

WandaVision

Visione tiene in mano una copia del Westview Herald, un giornale con una titolazione piuttosto bizzarra. Ovvero le prime parole di un bambino.

Nei fumetti la relazione tra Wanda e Visione arriva a un punto di rottura drammatico quando nasce nella coppia il desiderio di avere figli. Non potendo generarli, per via della natura decisamente poco umana di Visione, Scarlet Witch crea con i suoi poteri due gemelli.

E con essi si costruisce una gabbia di illusione.

Quando realizza che i suoi figli non sono reali, ma sono solo frutto del suo desiderio, l’Avengers impazzisce e dà origine a una serie di eventi che porteranno alla fine del gruppo originario degli Avengers nella run intitolata, in Italia, Vendicatori: Divisi.

Ma non è tutto. Nel trailer si manifestano finalmente i poteri di Wanda, la quale fa lievitare una bottiglia di vino etichettata “Maison du Mepris”. Ovvero: Casa del (Maison du) disprezzo. Mepris. House of “M…” Il riferimento è ad una celebre run dei fumetti Marvel, seguito diretto della sopra citata Vendicatori: Divisi in cui Scarlet Witch dopo il crollo psichico crea un universo alternativo dominato dai mutanti. La M sta infatti per “mutants” ma anche per “Magneto”, il monarca di quell’universo alternativo.

Un dettaglio notato anche da Brian Michael Bendis, lo scrittore della miniserie.

Gli altri personaggi di WandaVision

Iniziamo a fare la conoscenza con alcuni comprimari (o presunti tali) i cui nomi rimangono ancora misteriosi. In particolare il personaggio di Kathryn Hahn, che apre la porta gridando “sarà memorabile” è al momento nota solo con il provvisorio titolo di “vicina rumorosa”.

WandaVision

La raffica di domande che fa cedere le barriere di Wanda sono formulate dall’attrice Debra Jo Rupp, che interpretava il personaggio di Kitty Forman nella sitcom That ’70s Show. Arthur è invece interpretato da Fred Melamed. Celebre per avere lavorato con Woody Allen in sette film e per avere preso parte in A Serious Man dei Cohen.

E mentre le domande continuano a farsi più insistenti cambia il rapporto d’aspetto dell’immagine, allargando ai lati e recuperando un aspect ratio più moderno. Il nastro si riavvolge ma le immagini non sono uguali. Il tavolo è vuoto, le finestre si aprono (o chiudono) da sole.

Wanda e Visione si mandano un bacio.

I rapidi fotogrammi mostrano diverse ambientazioni (e presumibilmente diversi episodi). Visivamente la scenografia ricorda sitcom come La famiglia Brady, Pappa e ciccia e Gli amici di papà. Rivediamo il celebre costume rosso dei fumetti che, probabilmente, verrà indossato dalla protagonista durante la festa di Halloween. Più avanti vedremo anche Visione nel suo costume classico “amatoriale”.

WandaVision

Allarmante, alla luce di quanto detto e dei riferimenti fumettistici, la presenza di due bambini tra le braccia della coppia. Rivediamo anche la vicina interpretata da Kathryn Hahn.

WandaVision
La casa da cui Visione si sta presumibilmente allontanando alla scoperta del mondo esterno… ha le finestre dipinte. Che sia una prigione di massima sicurezza creato dallo S.W.O.R.D?

WandaVision

Segue a questo punto lo scambio di battute più intrigante. Visione si avvicina al personaggio di Kathryn Hahn. La trova in uno stato di sospensione. Come se fosse un elemento di una scenografia, pronta a mettersi in azione al momento del bisogno.

Sono morta?

No, perchè pensa questo?

Perchè voi lo siete!

Cosa che non dovrebbe troppo stupire dato che, Visione, dopo gli eventi di Avengers: Infinity War, risulta una delle vittime della battaglia contro Thanos. Resta da capire se la traduzione italiana abbia scelto un voi di cortesia o se lo “you” inglese sia da intendersi come plurale. 

Alcune teorie sostengono che la vicina altri non sia che Agatha Harkness, uno spirito guida e mentore di Wanda. Nella run di Tom King: Visioni del futuro. La Visione, da cui la serie prende esplicitamente ispirazione, Harkness è un personaggio chiave per “riportare sulla terra” i deliri, questa volta dell’androide.

Ai confini dell’illusione viene spezzata una barriera da cui esce… Monica Rambeau. La versione adulta di Monica, interpretata da Teyonah Parris, potrebbe essere a capo dell’agenzia che si sta occupando del caso. Non è chiaro se il luogo che vediamo sia il perimetro di questa “bolla” di irrealtà volta a contenere i poteri dell’Avenger, o se sia una base operativa slegata dall’abitazione di Wanda e Visione.

Sono ancora molti i misteri che circondano WandaVision, ma questo trailer ha fatto luce su alcuni aspetti del tono mostrando alcuni interessanti comprimari che non possono che aumentare esponenzialmente le aspettative.

E voi cosa ne pensate del trailer di WandaVision? Fateci sapere le vostre teorie nei commenti!

Fonte: Screenrant; Reddit