Elizabeth Olsen ha ripreso il ruolo di Scarlet Witch nella serie WandaVision dopo aver recitato in alcuni film del Marvel Cinematic Universe e ora l’attrice ha svelato quale, secondo la sua esperienza, è stata la differenza più grande tra recitare per il grande schermo in progetti come Avengers: Infinity War e la nuova produzione destinata a Disney+.

L’interprete di Wanda Maximoff, intervistata da Collider, ha raccontato:

Non penso di aver mai ricevuto un copione di Endgame. Semplicemente mi sono presentata sul set e dicevo ‘Che battaglia è prevista?’. E poi credo di aver ricevuto qualche pagina per i momenti finali del film, proprio verso la fine. Ho ricevuto solo la parte dello script del mio personaggio per Infinity War, che sembrava metà del film, c’erano le cose che avevano degli effetti sul mio personaggio. Quindi non avevo idea di quello che stava accadendo a tutti gli altri. Semplicemente lo spiegava.

Recitare nel progetto destinato a Disney+ è stato invece diverso ed Elizabeth ha ribadito:

Con WandaVision abbiamo ricevuto tutti gli script prima di iniziare le riprese ed è stato semplicemente bello poter pianificare il corso degli eventi.

La star della serie ha sottolineato:

Sì, c’è molta segretezza. Ma ti danno giusto quello di cui hai bisogno. Non pensavo di aver bisogno di tutto lo script di Infinity War, tutto il resto non mi importava realmente per quanto riguarda ciò di cui avevo bisogno per fare il mio lavoro.

Elizabeth Olsen ha debuttato nel Marvel Cinematic Universe in occasione di una scena presente sui titoli di coda di Captain America: The Winter Soldier, diventando poi al centro della trama di Avengers: Age of Ultron e ritornando sul set di Avenges: Infinity War eAvengers: Endgame, film diretti dai fratelli Russo.
L’attrice ha ricordato che i produttori le avevano dato delle tempistiche precise e di dover essere rimasta a disposizione a Londra per cinque mesi, anche se non è stata impegnata sul set in modo costante:

Durante quel periodo c’era un lavoro che avrei voluto fare, ma avevano bisogno di me per sei settimane ed era in prima posizione negli impegni. Ti pagano per il tuo tempo e quindi devi semplicemente accettare che ti pagano per il tuo tempo. Ti pagano per il tempo trascorso con gli incontri per la stampa, non solo per i giorni in cui sei realmente sul set. Sono così felice di lavorare per loro e quindi non mi sembra che mi stiano privando del mio tempo. Marvel è un’azenda davvero adorabile con cui lavorare, non penso che qualcuno fra di noi possa lamentarci di come ci trattano.

WANDAVISION LA TRAMA DELLA SERIE TV

WandaVision mette al centro Wanda Maximoff e Visione, i due Avengers che abbiamo imparato a conoscere nei film. Li rivediamo come esseri ancora dotati di superpoteri, ma catapultati in una realtà di periferia anni ’50 nella quale certo non siamo abituati a vederli. I due inizieranno a sospettare che qualcosa non va e che non tutto sia come appare.

Nel cast della serie ci sono Elizabeth Olsen e Paul Bettany che riprendono i ruoli di Scarlet Witch e Visione. Teyonah Parris interpreta Monica Rambeau, figlia di Maria Rambeau che avevamo conosciuto in Captain Marvel. Quella bambina che interagiva con Carol Danves è cresciuta ed è diventata un’agente della agenzia SWORD (Sentient Weapon Observation Response Division). Kathryn Hahn interpreta Agnes, una vicina di casa della coppia. Kat Dennings riprende il ruolo di Darcy Lewis che aveva interpretato in Thor e Thor 2. Randall Park riprenderà il ruolo dell’agente FBI Jimmy Woo.

Vi ricordiamo che tutte le informazioni sulla serie, i cui eventi sono ambientati dopo quanto accaduto nel film Avengers: Endgame, sono disponibili nella nostra scheda.

Che ne pensate della differenza tra Avengers: Infinity War e WandaVision rivelata da Elizabeth Olsen? Lasciate un commento!

Fonte: Collider