Immortals Fenyx Rising, Ubisoft ci stupisce con la sua commedia greca | Recensione

Non sempre è importante cosa racconti, ma è fondamentale il come lo si racconta: per questo, nel momento in cui ci troviamo dinanzi all’ennesima vicenda ambientata all’epoca dei greci, ciò che ci aspetteremmo è un modo diverso di sentire la storia. Lo hanno capito in Ubisoft, con Immortals Fenyx Rising, un open world che ci ha permesso di assaporare in maniera inattesa due sorprese. Da un lato la capacità di raccontare la Grecia degli Dei dell’Olimpo in una salsa diversa, dall’altra la volontà di vanificare quella troppo facile etichetta che aveva bollato il titolo come lo Zelda di Ubisoft. Una riduzione troppo semplicistica e semplificata di quell’adventure game che il publisher francese ha messo in campo, esaltandosi in moltissimi aspetti e peccando soltanto in alcuni sporadici aspetti, che non inficiano, però, l’esperienza finale. Tuffiamoci quindi in questa...