Come ricorderete, J.J. Abrams mostrò a Daniel Fleetwood, un ragazzo malato di cancro, un montaggio non definitivo di Star Wars: Il Risveglio della Forza prima del termine dei lavori del film, proprio perché il giovane non aveva una speranza di vita sufficiente per attendere l’arrivo del film in sala. In occasione della cerimonia degli Oscar Wilde Awards, rispondendo a una domanda circa la richiesta del giovane malato, Abrams ha raccontato di aver tentato di fare il possibile per assecondare le richieste di coloro che si trovavano in una situazione analoga a quella di Fleetwood, e di aver mostrato a vari fan affetti da malattie terminali una prima versione del suo film:

[Fleetwood] Era una della tante persone che tragicamente non erano in grado di vivere abbastanza per poter vedere il film nelle sale. Quindi, per noi era molto importante che coloro che riuscivano a contattarci – e naturalmente sappiamo di non aver potuto accontentare tutti – avessero la possibilità di vedere il film anche prima che fosse montato in via definitiva. Abbiamo mandato gente del dipartimento editoriale in giro per il Paese nelle case delle persone malate, per mostrare loro il film. Alcuni erano bambini, altri erano adulti, e hanno avuto la possibilità di vederlo. Ho parlato con quasi tutti loro, sia prima che dopo la loro visione del film. Ha avuto un enorme significato per tutti noi il fatto che questo film fosse importante per delle persone che stavano letteralmente vivendo i loro ultimi giorni. Detesto l’idea che queste persone non ci siano più ma è stato significativo, per noi, poter fare qualcosa per aiutarle.

Qui di seguito il video con l’intervista al regista:

 

 

Fonte: CB