Sappiamo da tempo che la Fox intende realizzare un nuovo episodio della saga degli X-Men, ma dopo che X-Men: Apocalisse non si è rivelato il successo globale sperato (544 milioni di dollari nel mondo, 200 meno dei 748 del film precedente) e Tim Miller ha lasciato il sequel di Deadpool sembra che lo studio abbia deciso di cambiare rotta e sviluppare una specie di reboot del franchise.

Secondo l’Hollywood Reporter, l’intenzione sarebbe quella di “riconfigurare” l’intero Universo X-Men, complice anche il prossimo addio di Hugh Jackman alla saga. Secondo questo nuovo piano, Bryan Singer non sarà più coinvolto nel nuovo film degli X-Men, mentre maggiore potere verrà affidato al produttore Simon Kinberg, attualmente al lavoro su una nuova sceneggiatura che coinvolgerebbe Michael Fassbender (Magneto), Jennifer Lawrence (Mystica) e James McAvoy (Xavier). La cosa sembra dimostrata dal fatto che il prossimo film di Singer sarà il biopic di Freddy Mercury, le cui riprese dovrebbero tenersi proprio in contemporanea a quelle del nuovo X-Men. Ne approfittiamo per citare una voce che abbiamo sentito noi di BadTaste.it e che potrebbe essere confermata a breve: Kinberg potrebbe non occuparsi solo della sceneggiatura, ma anche della regia del film (sarebbe la prima volta per lui).

Questo cambiamento di direzione non avrà un impatto particolare sugli spin-off già programmati: la Fox starebbe già pensando a un terzo film di Deadpool, mentre nella primavera del 2017 inizieranno le riprese di New Mutants di Josh Boone e a breve Gambit dovrebbe tornare attivamente in sviluppo con un nuovo regista. Immaginiamo che, se vi sarà un “nuovo corso” dell’Universo X-Men, tutte le sceneggiature di questi film verranno aggiornate, ma il fatto che Kinberg stia pensando di includere gli attori degli ultimi tre film lascia intendere che questo il cosiddetto “reboot” avrà un impatto soprattutto dietro le quinte. Quello che non sarà facile, però, è chiudere nuovi contratti con Jennifer Lawrence, Michael Fassbender, James McAvoy e Nicholas Hoult, che avevano firmato per tre film e ora potrebbero volere dei cachet molto più alti.

Cosa ne pensate? Continuate a seguirci: vi terremo aggiornati!