“Superheroes amass to stop intergalactic sociopath Thanos from acquiring a full set of Infinity Stones and wiping out half of all life in the universe”.

Il sociopatico Thanos.

Questa era la descrizione di Avengers: Infinity War apparsa su Netflix US qualche giorno fa, quando la pellicola è approdata sulla piattaforma streaming.

La questione ha fatto alzare svariate sopracciglia più che altro per l’impiego “leggero” di un termine, sociopatico, che rientra nell’ambito dei Disturbi di Personalità.

Ora, come segnalato da CB.com, la descrizione è stata cambiata in “Invader. Annihilator. So-called savior. As Thanos moves ever closer to omnipotence, the fate of the universe rests with the Avengers”. Non c’è più traccia del termine “sociopatico” (anche se un editor di CBM afferma che sul suo profilo si legge ancora la vecchia descrizione).

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

LEGGI ANCHE

Gli Avengers torneranno in due film che sono stati girati consecutivamente in circa 9 mesi nel corso del 2017. Il primo capitolo, Avengers: Infinity War, è uscito negli Usa il 27 aprile 2018. Il secondo capitolo, ancora senza titolo, uscirà il 3 maggio 2019.

I due film sono diretti da Anthony e Joe Russo e scritti da Christopher Markus e Stephen McFeely. Tra i produttori esecutivi anche Jon Favreau, regista dei primi due Iron Man.

I film sono stati girati interamente in IMAX con l’ausilio delle nuove macchine da presa targate ARRI – le stesse che i fratelli Russo hanno impiegato per le riprese di Captain America: Civil War, anche se solo per alcune sequenze.

Tra i componenti del cast d’eccezione citiamo Robert Downey, Chris Evans, Chris Hemsworth, Mark Ruffalo, Scarlett Johansson, Elizabeth Olsen, Paul Bettany, Chris Pratt, Zoe Saldana, Dave Bautista, Bradley Cooper, Vin Diesel, Pom Klementieff, Karen Gillan, Benedict Cumberbatch, Tom Holland, Sebastian Stan, Chadwick Boseman, Cobie Smulders, Benedict Wong, Letitia Wright, Danai Gurira, Winston Duke, Tom Hiddleston, Benicio Del Toro, Tom Vaughan-Lawlore e Josh Brolin.

Consigliati dalla redazione